Informazioni nel web

Una rivista online in continua evoluzione

24 maggio 2016

Ricola porta a Milano i giardini verticali con le 13 erbe officinali

Milano è una città bellissima, ricca di storia, di tradizione, di cultura e vie dedicate allo shopping; un tempo descritta come città grigia, fatta di asfalto e cemento, negli ultimi anni è cambiata strizzando l’occhio alla sostenibilità e all’ecologia.

Il Bosco Verticale, il più bel grattacielo del mondo, progettato da Boeri Studio e inaugurato nel 2004, non costituisce solo un esempio di riqualificazione del territorio, ma anche e soprattutto, un tentativo di riportare il verde in città con lo sforzo di mitigare il microclima.

Ricola, azienda green, ha installato presso la stazione Ferroviaria Cadorna di Milano alcuni giardini verticali, lanciando un messaggio importante, un messaggio che ribadisce i valori del brand, l’attenzione e la cura dell’ambiente, oltre al rispetto delle materie prime che vengono impiegate nella preparazione dei prodotti Ricola buoni di Natura.

Non è certo un caso se le caramelle Ricola sono di alta qualità e, soprattutto, sono amate e apprezzate dal lontano 1930, anno in cui nasce una piccola azienda famigliare svizzera che ha saputo, con il tempo, trasformarsi in un’azienda internazionale leader nel mercato della produzione di caramelle alle erbe; nonostante il salto di qualità, non ha però perso il legame con i valori e con la tradizione svizzera.

18 maggio 2016

Come scegliere l'arredo da giardino


Courtesy of Pixabay
Quando si ha a disposizione un giardino o un terrazzo, è bello poterlo utilizzare nella bella stagione per passare del tempo all’aria aperta rilassandosi, godendosi il tepore primaverile e la frescura delle serate estive; come scegliere però l’arredo adatto? Quali sono i materiali più adatti?

Innanzitutto è necessario tener presente la zona che si desidera arredare, le sue dimensioni, il fatto che sia coperta o esposta agli agenti atmosferici, l’utilizzo che se ne vorrà fare, la presenza o meno del mare nelle vicinanze, come si intende sfruttarla.

Nel caso in cui si abbia poco spazio a disposizione sarebbero da prediligere complementi che possano essere impilati o ripiegati in caso di necessità, in modo che non occupino molto spazio; questa soluzione permette di avere più spazio a disposizione se necessario (per esempio su un balcone si potrebbe ripiegare tavolino e sedie per lasciar spazio allo stendibiancheria), ed evitare di ammassare tutto quanto.

11 maggio 2016

Cosa fare e vedere a Kos

Kos (in greco) oppure Còo è un’isola greca, la seconda per grandezza dopo Rodi, è situata nell’Arcipelago del Dodecaneso  e presenta una particolarità, è situata a pochi chilometri dalle coste turche, circa a 4 km dalla dirimpettaia città di Bodrum.

E’ nota come la città di Ippocrate, il padre della medicina, a cui è stato dedicato anche l’aeroporto “Ippocratis” sito nel centro dell’isola che morfologicamente si presenta piuttosto pianeggiante, arricchito da foreste di pini d’Aleppo, con coste sabbiose e mare limpido turchese poco profondo, alternato da alcune zone rocciose che precipitano a spiovente sul mare; la zona settentrionale è praticamente sempre solcata dal vento, ma presenta fondali chiari rispetto a quelli scuri della zona meridionale, in entrambi i casi è comunque limpidissimo.

1 maggio 2016

Inquinamento domestico e malattie, una correlazione spesso sottovalutata

Dyson
Spesso si tende a sottovalutare l’inquinamento domestico non pensando che, invece, provoca numerosi danni e l’insorgere di patologie, sia negli adulti che nei bambini.

Mentre ci si affanna ad utilizzare prodotti naturali, non si tiene conto del fatto che a causare malattie, a volte molto gravi, possono essere muffe, rivestimenti di suppellettili, vernici utilizzate per tinteggiare, i profumi per l’ambiente, gli acari, la forfora degli animali e i detergenti.

Il ministero della salute ha affermato che il 2.7% delle malattie nel mondo sia dovuto proprio all’inquinamento indoor dove, i più colpiti sono i soggetti più fragili, i bambini; in Europa, l’inquinamento domestico è la causa della morte del 4.6% dei bambini tra 0 e 4 anni per affezioni respiratorie mentre, in alcuni paesi Europei, il 20-30% delle famiglie ha problemi di umidità che arrivano a causare un incremento del 50% del rischio di disordini respiratori e il 13% di casi di asma infantile (fonte OMS 2009).

26 aprile 2016

Passo dello Stelvio,il valico stradale più alto d'Italia

Passo dello Stelvio
Ph: Pixabay
Il Passo dello Stelvio, nel Parco Nazionale dello Stelvio, posto a 2758 metri sul livello del mare è il valico stradale più alto d’Italia e il secondo più alto d’Europa; solo il francese Colle dell’Iseran, a 2770 m.s.l.m. nella Regione Rhône-Alpes si trova più in alto, anche se, ci sono strade di una certa importanza che raggiungono altezze più elevate, un esempio su tutte è il Pico del Veleta in Spagna, nella Sierra Nevada, che tocca la considerevole altezza di 3392 metri (non ha però tutte le caratteristiche che accomunano i due precedenti valichi, non è asfaltato e, una volta in cima bisogna necessariamente tornare in dietro).

La storia del Passo dello Stelvio è suggestiva: sotto l’egemonia di Napoleone furono realizzati i primi progetti per collegare Milano alla Baviera, successivamente, l’Imperatore Francesco I d’Austria, ai primi dell’ottocento, pretese una strada che, passando per la Valtellina, potesse collegare la Val Venosta che conduceva a Vienna a Milano, allora di dominio austriaco.