sabato, dicembre 17, 2011

Laura Vandervoort si spoglia per la PETA

3 commenti     
categories: ,
© Peta.org
Dopo la bella Elisabetta Canalis e l’affascinante Kelly Brook, un’altra bellissima si spoglia in favore della PETA, stiamo parlando di Laura Vandervoort; chi ha seguito la serie “Smallville” la ricorderà sicuramente nel ruolo di Kara, meglio conosciuta dagli amanti dei fumetti DC Comics come Supergirl.

Ora sarà possibile ammirarla nella campagna contro l’omicidio di animali esotici, alligatori, serpenti, lucertole e altri rettili utilizzati per realizzare scarpe, borse, accessori e inserti utilizzati da stilisti più o meno famosi; non è passato molto tempo da quando Victoria Beckham è finita dell’occhio del ciclone per le sue borsette “anti-animaliste” e la bufera (per fortuna) ancora non si placa anzi, la lotta a questa tendenza che tutto è, tranne che fashion, procede.

Sarà un caso, ma Laura ha interpretato anche una parte in “V” (il remake di Visitor, nota serie tv degli anni ’80 in cui rettili-alieni la fanno da padrona) e ora, nuda, con il corpo artisticamente dipinto, posa sensuale imitando un serpente.

2 sono i manifesti che la ritraggono, in entrambi la didascalia è chiara: whose skin are you in? Leave wildlife out of your wardrobe.

Il primo cartellone, quello verticale, mostra la bella ventisettenne adagiata su un masso, lo sguardo magnetico colpisce chi la guarda, è seducente e invitante, la pelle del colore della terra e della natura che la circonda. Il secondo è invece orizzontale e nuovamente mostra la giovane testimonial mollemente adagiata su un masso, stesa supina come una lucertola intenta a crogiolarsi al sole.

L’intento è mostrare e ricordare che un rettile, nel suo ambiente naturale, circondato da colori, suoni e profumi tipici del suo habitat, è semplicemente meraviglioso; perché dunque ucciderlo barbaramente per un accessorio? Perché non lasciare che possa vivere interamente la sua vita?

Marchi come H&M, Victoria’s Secret, Nike e molti altri hanno già aderito alle campagne PETA e si sono impegnate a non vendere più prodotti realizzati con pelli di animali esotici tuttavia, la strada è ancora lunga.

3 commenti:

lisanna ha detto...

sbaglio o è la seconda volta che... si spoglia? ahahahah :D

Luke ha detto...

si sente a suo agio :)

Laura ha detto...

Si si, mi sa che si trova bene così... come i serpenti perde la pelle ma non il vizio :D

Lettori fissi

Powered by Blogger.