venerdì, gennaio 06, 2012

Olio essenziale di eucalipto, proprietà e utilizzo

Eucalipto
 © MAD CHILE (Flickr)  
L’eucalipto, il cui nome botanico è eucalyptus globulus, appartiene alla famiglia delle myrtaceae.

Albero originario dell'Australia (dove può raggiungere altezze vertiginose), venne importato in tutto il mondo e utilizzato nei tempi, soprattutto per le virtù antisettiche, per abbassare la febbre ma anche come componente essenziale di caramelle, sciroppi e specialità farmaceutiche ad effetto balsamico; in tempi recenti lo si è riconosciuto anche come ottimo rimedio per allontanare gli insetti.

Alto e poco frondoso, da “adulto” si caratterizza per le foglie lunghe, coriacee e lanceolate particolarmente profumate; i fiori gialli a calice sbocciano da maggio a giugno mentre i frutti consistono in bacche molto profumate.

Ecco le caratteristiche dell’olio essenziale:
estrazione: distillazione a vapore
pianeta dominante: Saturno, Plutone
colore: incolore o tendente al verde
volatilità: alta
profumo: fresco, leggermente balsamico
proprietà emozionali: eccitante, stimolante, tonico, energizzante
proprietà estetiche e curative: analgesico, antinfiammatorio, antipiretico, antireumatico, antisettico, aperitivo, astringente, balsamico, battericida, depurativo, diuretico, ipoglicemico.
utilizzo: combatte influenza, febbre, bronchite, il raffreddore, la tosse, la cefalea, si rivela efficace come antinfiammatorio in caso di strappi e dolori muscolari, facilita la concentrazione e stimola il pensiero logico ottimo in caso di herpes, tagli, ferite, ustioni, pidocchi, cistite.
costituenti: tannino, eucaliptolo, cineolo, aromadendrene, pinene, canfene, limonene, cimene, alcol etilico, acido glicolico

Precauzioni e controindicazioni: non deve essere utilizzato dai bambini al di sotto dei 12 anni, dagli anziani, da persone con disturbi gastrici, in gravidanza e allattamento; è necessario fare attenzione alle quantità perché, in dosi elevate, è altamente tossico se non addirittura mortale.
Interagisce con molti farmaci perciò, prima di farne uso è bene rivolgersi al proprio medico.

Vediamo ora alcuni esempi di utilizzo:
AMBIENTE
☼ L'olio essenziale di eucalipto può essere utilizzato nell'ambiente per stimolare la concentrazione, allontanare gli insetti o disinfettare “l'aria” mettendone alcune gocce in un bruciaessenze con un po' d'acqua oppure, in inverno con l'accensione dei caloriferi (sempre che non abbiate il riscaldamento a pavimento o a pannelli radianti di altro tipo) alcune gocce nei deumidificatori in cui si mette l'acqua; l'alternativa? 2-3 gocce sulle lampadine….. il calore dopo l'accensione ne permetterà il diffondersi dell'aroma.

RAFFREDDORE, ASMA, BRONCHITE
☼ In caso di raffreddore e naso chiuso può rivelarsi efficace praticare del suffumigi mettendo 3 gocce di olio essenziale di eucalipto con un cucchiaio di bicarbonato in un bacinella d'acqua poi, coprendo la testa con una salvietta respirare profondamente in modo da “inspirare” i vapori balsamici.

BAGNO RIVITALIZZANTE CON SALI
☼ Per un meraviglioso bagno rivitalizzante utilizzatene una decina di gocce emulsionandole con del sale marino (attenzione, non sali da bagno), per un bagno che coccoli la pelle potrete unire in alternativa sale, bicarbonato o crusca.

BAGNO DI SCHIUMA RIVITALIZZANTE
☼ Essendo un buon tonico, alcune gocce (10-15 circa) miscelate a 250 ml. di bagnoschiuma o docciaschiuma neutro da agitare prima dell'uso hanno un effetto stimolante, ideale per iniziare bene la giornata.

PUNTURE D'INSETTI
☼ Una goccia su un fazzolettino applicato sulla puntura aiuta a svolgere un'efficace azione antisettica.

CONTRO LE PUNTURE DI INSETTI
☼ Mischiando alcune gocce di olio alla crema da spalmare sulla pelle si terranno gli insetti alla larga; in alternativa alla crema, poche gocce potranno essere mischiate a un olio veicolatore (per esempio di mandorle).

Infine rammentate che, per essere conservati correttamente, gli oli devono essere chiusi molto bene (meglio in bottigliette scure) e riparati da luce e calore.

Per concludere: informatevi prima dell'acquisto, se l'olio essenziale che state per portare a casa è per uso alimentare o per uso “ambientale” perché, quest'ultimo tipo serve solo per profumare e non può essere ingerito e inalato. Evitate comunque il fai da te perché naturale non significa che non faccia "mai" male anche e, soprattutto, perché gli oli prevedono dosaggi differenti per sintomi e situazioni diverse.

≈ Questa scheda ha scopo puramente informativo e non può in nessun modo sostituirsi al parere di un medico ≈

9 commenti:

lisanna ha detto...

in casa siamo tutti raffreddati... viene venduto in litri? :)

Laura ha detto...

Poveriiiii, mamma mia, con quello che costa, hai proprio voglia di svenarti! Eheheheh ;-)

stefania ha detto...

Mi ispira tanto come rivitalizzante... deve essere un toccasana!

Laura ha detto...

Se ti serve una bella sferzata è ottimo :D

ilrepungente ha detto...

Amo l'odore dell'eucalipto. :D

Laura ha detto...

Anche io ;-)

Luke ha detto...

fa bene per molte cose:)

Cristina Giordano ha detto...

un post interessante dalle indicazioni utili..

Laura C. ha detto...

@Luke, si, decisamente :-)
@Cristina, grazie :D

Lettori fissi

Powered by Blogger.