mercoledì, dicembre 28, 2011

WeDay, il "Mi Piace" che cambia il mondo

Se vi dicessi che finalmente, grazie al tanto demonizzato Facebook, avete la possibilità di fare beneficenza e aiutare gli altri, cosa direste? Cosa fareste, dareste una mano ai più deboli?

La risposta che mi piacerebbe sentire è “Lo farei subito!”; mi rendo conto che in tempi di crisi anche tirar fuori qualche soldino per aiutare i più bisognosi è difficile ma, quello di cui mi accingo a parlarvi, non richiederà altro che un “Mi piace” sulla pagina FB di WeDay.

Per ogni clic ricevuto, lo sponsor donerà 1$, una goccia nel mare necessaria però per arrivare a un obiettivo ambizioso, la bellezza di 1.000.000 di dollari, soldi necessari per ridare la libertà a quei bambini che se la sono vista negare; non è un movimento politico e non è un movimento religioso, è stato creato da “Free the children” nel 2010 ed è quasi in dirittura d’arrivo, manca ancora un piccolo sforzo e anche noi possiamo fare la differenza.

I bambini sono il nostro futuro, aiutiamoli allora ad avere un futuro, permettiamogli di andare a scuola, l’istruzione non deve essere un’opzione, ma un diritto e, WeDay, cerca di garantirglielo.

Possiamo cambiare il mondo e con WeDay promuovere un cambiamento globale; all’estero, molti vip si sono mobilitati e hanno partecipato a eventi in favore di questa campagna, uniamoci a loro e contribuiamo a creare un mondo migliore.

Lo facciamo un regalo ai bambini?

Basta un “Mi Piace”.

7 commenti:

stefania ha detto...

Lo faccio assolutamente!! ;)

lisanna ha detto...

ma sì... facciamo questo regalo!

ilrepungente ha detto...

Ottima iniziativa, sperando non si tratti della solita fregatura....

Laura ha detto...

Grazieeeee ^_____^, i bimbi ne saranno felici.
Rosario, dai uno sguardo ai siti http://www.freethechildren.com/ e http://www.weday.com , vedrai che non è una fregatura. Su, un po' di fiducia ;-)

Luke ha detto...

bella cosa:)

Luke ha detto...

bella cosa:)

Laura C. ha detto...

Si, lo è davvero :-)

Lettori fissi

Powered by Blogger.