venerdì, gennaio 13, 2012

Adotta una parola

2 commenti     
categories: ,
Bistrattata, umiliata, semplificata sino all’inverosimile, la lingua italiana è sotto assedio; i giovani non conoscono termini che fino a pochi anni fa erano di uso comune: tergiversare, esecrabile, esterrefatto potrebbero, per molti, essere termini alieni, importati dai visitatori con cui qualche italiano ha avuto un incontro ravvicinato del terzo tipo.

Urge una soluzione e così, imitando l’esempio di Spagna (Reserva de paraules) e Gran Bretagna (savethewords), anche in Italia è nata l’iniziativa “Adotta una parola”; la Società Dante Alighieri, in collaborazione con Devoto-Oli, Sbatini-Coletti, Garzanti e Zingarelli cerca di sensibilizzare le persone, affinché imparino a utilizzare i termini e le parole in maniera corretta ma soprattutto, non permettano alla nostra bella lingua di “appiattirsi”, adeguandosi all’orribile linguaggio simil-sms che impazza sul web.

Sul sito ladante.it chi lo vorrà, potrà registrarsi e candidarsi all’adozione di un termine che dovrà poi aver cura di utilizzare il più possibile alfine di evitarne la scomparsa; lo si dovrà pubblicizzare, far conoscere, rendere accessibile e far utilizzare anche agli altri. Si dovrà averne cura, come di un fiore da accogliere, curare e far crescere in modo che la sua bellezza e il suo profumo possano essere colti e conosciuti da tutti; anche gli altri dovranno imparare ad amarlo e utilizzarlo.

All’interno di una lista, ognuno potrà selezionare il termine preferito o in un motore di ricerca inserire quello che si vorrebbe adottare, indicare la motivazione che lo spinge a scegliere proprio quello, una citazione e l’impegno a diffonderlo e/o segnalare ogni volta che si verrà a conoscenza di un suo utilizzo errato; per un anno si diverrà così il custode della parola e si otterrà un certificato elettronico di adozione. Se la parola è già stata affidata in custodia a un altro, si potrà chiedere di diventare sostenitore e collaborare al sostegno della parola creando eventualmente un gruppo di “azione”.

Cosa aspettate dunque a diventare gli “affidatari” di una parola? La scelta potrebbe rivelarsi ostica, molte parole sono già state adottate perciò, con buona probabilità, vi troverete a divenire “sostenitori” ma non importa, ciò che conta è la causa. O no?

Recatevi perciò qui http://adottaunaparola.ladante.it/ , cliccate su “Come partecipare”, selezionate un vocabolario e scegliete una parola poi, completate il form con il vostro nome, cognome, anno di nascita, nazionalità, email, password e così via.

Io ho adottato la parola “SVIGNARSELA” con la citazione “Scava nel Pensiero, chissà che per di là non sia possibile svignarsela” perciò, preparatevi a trovarvela di fronte di continuo. 

2 commenti:

Anonimo ha detto...

bellissima grafica questo sito
monica c.

Laura ha detto...

Grazie, troppo gentile :D

Lettori fissi

Powered by Blogger.