giovedì, marzo 29, 2012

PowerTrekk, per una ricarica ecologica

© PowerTrekk.com 
Nasce finalmente la soluzione ecologica e semplice per ricaricare cellulari, lettori mp3, fotocamere e altri accessori hi-tech che dispongano di una presa usb; si tratta di PowerTrekk, ed è prodotto dalla Svedese “myFC”.

Quando la corrente non c’è, in auto, in vacanza, in un bosco accanto a un ruscello e in tutte le situazioni in cui non si possa disporre di una rete elettrica, questo piccolo ma potente generatore consente di ovviare al problema e sfruttare l’acqua, poco più di un cucchiaio, e trasformare la simpatica e allegra “scatolina”, in un vero e proprio generatore.

Elementi essenziali paiono quindi essere l’acqua e l’idrogeno; se la prima è più semplice da recuperare anche fuori casa, nel secondo caso non è altrettanto semplice perciò, la casa ha deciso di mettere in vendita il PowerPukk, la ricarica di siliciuro di sodio dalla forma arrotondata, da inserire nella base che, combinandosi con l’acqua (anche di una pozzanghera) genera idrogeno il quale, mescolandosi con l’aria produce energia.

Nel processo si produce anche vapore che sarà visibile in quanto “evaporerà”, ma non sarà nocivo.

Misura 127x66.5x45 mm e pesa 244 grammi, il Pukk invece ha un diametro di 50.8 mm e un peso di 30 grammi.

La quantità di energia fornita dovrebbe essere pari a quello di 4 batterie AA e, stando ai dati forniti dal produttore dovrebbe fornire un’autonomia di 10 ore circa a un cellulare o uno smartphone; non è necessario attendere l’accumulo come nel caso di caricatori a pannelli solari perché l’energia è erogata immediatamente e, soprattutto non c’è dipendenza dalla presenza o meno del sole.

E’ totalmente sicuro, al punto da poter essere portato, in tutta sicurezza anche nelle cabine passeggeri degli aerei.

Iniziare a utilizzarlo è semplice, servono pochi passaggi: rimuovere la parte superiore, inserire il PowerPukk, aggiungere l’acqua, rimettere il “coperchio”. A questo punto si deve solo collegare il cavo usb e premere il pulsante di erogazione dell’energia.

Disponibile in Europa da questa primavera, avrà un prezzo consigliato, per il PowerTrekk di 200€ mentre, il PowerPukk, dovrebbe costare attorno ai 3€.

7 commenti:

ilrepungente ha detto...

Ma che bella invenzione. :D

Luke ha detto...

Speriamo che anche per le macchine sia così senza più benzina.

Laura ha detto...

@Rosario, si si, è utilissima, anche perché non serve acqua pulita, si può usare anche quella delle pozzanghere o di un ruscello :-)
@Luke, è un punto di partenza, non si può mai dire, intanto speriamoci ;-)

M.M. ha detto...

Molto utile... ma era questo il blog di cui (ti preoccupavi in fb...?)

Laura ha detto...

Si, molto... se intendi dei click, si, è questo.

Anonimo ha detto...

ma allora è vero che l'idrogeno può rappresentare il carburante del futuro...
monica c.

Laura ha detto...

C'è da sperarlo, soprattutto per dire addio all'inquinamento... e magari risparmiare pure ;-)

Lettori fissi

Powered by Blogger.