Informazioni nel web

Una rivista online in continua evoluzione

Combattere la cistite in maniera naturale/2: i semi di pompelmo

By maggio 04, 2012 , ,

Torno a parlare delle cure naturali per combattere la cistite, patologia fastidiosa che colpisce una larga fetta di popolazione femminile e, in parte, anche quella maschile; precedentemente vi ho spiegato come curarla e prevenirla utilizzando il cranberry o mirtillo rosso americano (qui potrete leggere l’articolo: Combattere la cistite in maniera naturale/1: il mirtillo rosso americano) oggi invece concentrerò l’attenzione sui semi di pompelmo.

Il loro utilizzo non è ancora molto diffuso sebbene negli ultimi anni l’impiego sia andato crescendo e soprattutto, nonostante le loro proprietà siano note già da tempo; funghicida, antinfiammatorio, diuretico, battericida e antiparassitario (solo per citare alcune attività svolte egregiamente), entra a pieno titolo tra gli antibiotici naturali.

Altrimenti detto GSE (Grapefruit Seed Extract), può presentarsi in forma fluida o come estratto secco; nel primo caso è composto al 60% di semi cui si aggiunge la membrana che contiene il frutto e al 40% una soluzione acquosa di glicerina vegetale mentre, in caso di estratto secco ci si trova di fronte a un 50% di semi e 50% di eccipienti di origine vegetale.


Il GSE è efficace contro 800 ceppi di batteri tra cui figurano anche l’e.Coli (spesso responsabile della cistite), la clamydia, la salmonella ma anche contro virus e parassiti; da ciò ne deriva che il suo impiego è utile nella cura della cistite, vermi intestinali, prostatite e molte altre patologie: herpes, raffreddore, candida, afte e mughetto, parassiti intestinali, ulcere e gastriti, bruciori di stomaco, otiti, laringiti e faringiti, tonsilliti, congiuntiviti batteriche, verruche, micosi, diarrea del viaggiatore e molto, molto altro grazie alla sua azione riparatrice e distruttiva verso un centinaio di funghi e muffe.

Protettivo e curativo lo si reperisce in commercio in vari formati; comode, per la cura della cistite, sono le pastiglie da accompagnare sempre ad abbondante acqua, anche nel corso della giornata. Pratica, quella del bere, essenziale per espellere i batteri e che perciò, non dovrebbe mai essere trascurata.

Nel corso della cura è possibile affiancare alla terapia per via orale anche l’utilizzo di prodotti per l’igiene intima, sempre a base di GSE e, nel caso in cui ci si debba intrattenere fuori da casa, eventualmente salviettine aventi la stessa composizione.

Loading...

You Might Also Like

6 commenti

Simply