martedì, maggio 01, 2012

Il Santo del giorno: San Giuseppe falegname

© Opera di Guido Reni 
Oggi primo Maggio si festeggia San Giuseppe lavoratore, artigiano o falegname.

La vita di San Giuseppe è sempre stata avvolta dal mistero, poche sono le fonti che possano ricondurre alla sua data di nascita e a quella di morte; si sa soltanto che nacque a Betlemme, figlio di un falegname o carpentiere, da cui apprese tutta l'arte lavorativa.

Pare che prima di diventare marito di Maria e padre di Gesù, Giuseppe si fosse sposato e avesse avuto sei figli, che rimasero con lui dopo il prematuro decesso della moglie.

Giuseppe fu scelto come marito della vergine Maria, che, come risaputo, avrebbe dovuto concepire il figlio di Dio e per anni accudì moglie e figlio, di cui era a tutti gli effetti padre putativo, continuando a lavorare fino alla fine dei suoi giorni.


Circa la data del suo decesso, come nel caso della nascita, non ci sono date precise anche se si suppone essere avvenuta il 20 luglio; si sa soltanto che perì a Nazaret, dove visse sempre. L'unica cosa certa è che aveva 111 anni, che godeva di buona salute e soprattutto che riuscì a lavorare fino all'ultimo giorno della sua esistenza, onorando il proprio lavoro.


E' questo il motivo per cui il giorno 1 maggio si celebra San Giuseppe, che condusse la sua esistenza sempre lavorando instancabilmente.

Le incertezze su San Giuseppe continuano tutt'oggi riguardo al suo sepolcro perché non si sa dove sia effettivamente tumulato; esistono almeno quattro ipotetici sepolcri, due a Nazaret e due a Gerusalemme, mentre numerose sono le reliquie custodite qua e la, non ossa, ma frammenti... e oggetti, come la cintura che trova dimora a Joinville-sur-Marne in Francia, parte dei calzettoni custoditi ad Aquisgrana in Germania, l'anello nuziale a Perugia e persino il bastone, nell'Eremo di Camaldoli (Arezzo).

In data 1 maggio si festeggiano, tra gli altri, San Sigismondo, San Geremia e Sant'Isidora.

0 commenti:

Lettori fissi

Powered by Blogger.