Informazioni nel web

Una rivista online in continua evoluzione

Pulire i vetri in modo ecologico

By giugno 02, 2012 ,

Pulire i vetri in modo ecologico
Pulire i vetri a volte può essere veramente stancante, soprattutto quando si utilizzano i prodotti sbagliati che, anziché semplificare il lavoro, lo complicano; a questo deve essere aggiunto il fatto che i detergenti in vendita nella grande e piccola distribuzione sono spesso inquinanti e pericolosi per la salute dell’uomo.

Esiste però il modo per velocizzare questo noioso lavoro domestico e prendersi cura della casa tutelando l’ambiente e noi stessi, è sufficiente utilizzare “detersivi” home-made che fanno risparmiare, garantiscono risultati rapidi, non inquinano e non rilasciano sostanze dannose per l’uomo.

Il metodo più semplice è quello di preparare una soluzione di acqua calda e aceto a cui aggiungere eventualmente delle gocce di olio essenziale a scelta (per profumare, se l’odore dell’aceto disturba); messo il tutto in uno spruzzino di riciclo può essere utilizzato come un nomale detergente, spruzzato e asciugato poi con uno strofinaccio di cotone o in microfibra.

In alternativa è possibile utilizzare della semplice acqua calda da asciugare poi con la carta di giornale.

Il metodo che però preferisco, anche se è il più elaborato, è quello del detergente fai da te letto tempo fa sul libro “Guida ai detersivi bioallegri” (per approfondire vi rimando a un mio precedente articolo “Detersivi bioallegri, difendiamoci e proteggiamo il nostro pianeta” ).

Eccovi la semplice ricetta, per 500 ml. servono: 100 ml di alcool per liquori, 400 ml di acqua distillata (io uso la demineralizzata), 8-10 gocce di detersivo per piatti (di solito io scelgo un prodotto eco-bio o a basso impatto ambientale), 5 o più gocce di olio essenziale a scelta.

E’ sufficiente miscelare tutto in uno spruzzino e voilà, il gioco è fatto; per l’asciugatura il panno in microfibra è perfetto, non lascia aloni e il vetro si pulisce in un attimo.

Se l’acqua di casa non è calcarea, si può utilizzare anche quella, mentre gli oli possono essere scelti in base al profumo o alla funzione, menta, arancio o limone sono i miei preferiti per diffondere una profumazione gradevole mentre uso il tea tree oil per pulire il piano della cucina in vetro, in modo da ottenere una’azione antibatterica.

Loading...

You Might Also Like

4 commenti

  1. Ma che utilissimi suggerimenti .. Me li segno !! Grazie Claudia

    RispondiElimina
  2. Grazie a te Claudia, io non resto mai senza il "pulivetri" preparato secondo la ricettina. E' fenomenale. :-)

    RispondiElimina
  3. Io odio pulire i vetri, e l unica faccenda che non amo svolgere.. ma seguirò i tuoi consigli.. grazie mille!

    RispondiElimina
  4. Anche io l'ho sempre odiato, con questa soluzione invece mi trovo benissimo e ci metto un attimo. Una soluzione ancora più semplice è mettere in uno spruzzino acqua e aceto e via! :-)

    RispondiElimina

Simply