mercoledì, luglio 04, 2012

La notte dei lunghi coltelli

4 commenti     
categories: ,
Dopo poco più di un mese dall’incontro tra Hitler e Mussolini, i nazisti d’Austria tentarono a Vienna un colpo di Stato uccidendo il Cancelliere; Mussolini capì immediatamente che la causa di tutto non poteva che essere Hitler il quale anelava all’annessione dell’Austria alla Germania.

Il Fuhrer sembrò non dar peso ai pensieri di Benito e cercò un accordo con il Vaticano quindi, trasformò la NSDAP nell’unico partito con diritto di cittadinanza firmando un patto che andava a suo vantaggio, conferendogli un nuovo prestigio e maggiore influenza sugli elettori cattolici.

Ai tedeschi veniva così restituita la speranza di poter tornare a essere forti e riconquistare un posto nel mondo: tutti volevano infatti aderire al partito.

Al suo interno però le SA guidate da Rohm iniziarono a diventare turbolente mandando segnali di insoddisfazione, volevano dar vita a una nuova armata che potesse trionfare e opporsi a Hitler. Adolf, venuto a conoscenza dei loro ideali decise di sacrificarle, evitando un putsch antinazista.

Mentre Rohm si trovava in vacanza per una delle sue bisbocce, venne colto di sorpresa, portato a Monaco e rinchiuso in una prigione nella quale venne giustiziato. A chi si trovava con lui non venne riservata una sorte migliore: fu la “notte dei lunghi coltelli”, in cui le vittime si contarono in un numero che si avvicinava alle 200.

La strage non fu altro che un patto stipulato tra Hitler e i capi militari per l’eliminazione delle SA e del loro comandante, in cambio dell’appoggio al Fuhrer, da parte dell’esercito; di fatto, fu un atto in difesa proprio del “capopopolo di Monaco”.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

la notte dei lunghi coltelli e la notte dei cristalli... quando entravano in azione facevano proprio erba rasa... terribile
m.c.

Laura ha detto...

Si si, non guardavano in faccia nessuno, facevano piazza pulita senza tante storie...

Anonimo ha detto...

200.000 vittime?
dichiarate: 71
accertate: 85
stimate: 150-200

Laura C. ha detto...

Ha ragione, si è trattato di un refuso. Grazie della correzione.

Lettori fissi

Powered by Blogger.