Informazioni nel web

Una rivista online in continua evoluzione

Sabato in poesia: LE PAROLE - Eugenio Montale

By ottobre 27, 2012 ,

Montale Le parole
© Laura
Dopo alcune settimane torna di nuovo “Sabato in poesia” e, per , ho scelto un  componimento di Eugenio Montale: “Le parole”, tratto da Satura, Satura II.

Nessun collegamento all’attualità, niente poesie dedicate alla pioggia incessante o all’arrivo dell’inverno quanto, piuttosto, una dedica a ciò che regala la vita a questo blog, parole scritte, pensate, rimuginate. Parole che oggi, forse , non rifiuterebbero solo la carta di Fabriano, ma anche il freddo e incorporeo spazio virtuale in cui sono intrappolate.

LE PAROLE

Le parole
se si ridestano
rifiutano la sede
più propizia, la carta
di Fabriano, l’inchiostro
di china, la cartella
di cuoio o di velluto
che le tenga in segreto;

le parole
quando si svegliano
si adagiano sul retro
delle fatture, sui margini
dei bollettini del lotto,
sulle partecipazioni
matrimoniali o di lutto;

le parole
non chiedono di meglio
che l’imbroglio dei tasti
nell’Olivetti portatile,
che il buio dei taschini
del panciotto, che il fondo
del cestino, ridottevi
in pallottole;

le parole
non sono affatto felici
di essere buttate fuori
come zambracche e accolte
con furore di plausi e
disonore;

le parole
preferiscono il sonno
nella bottiglia al ludibrio
di essere lette, vendute,
imbalsamate, ibernate;

le parole
sono di tutti e invano
si celano nei dizionari
perché c’è sempre il marrano
che dissotterra i tartufi
più puzzolenti e più rari;

le parole
dopo un’eterna attesa
rinunziano alla speranza
di essere pronunziate
una volta per tutte
e poi morire
con chi le ha possedute.

Loading...

You Might Also Like

5 commenti

Simply