martedì, dicembre 04, 2012

Lifting del naso: la nuova tecnica di rinoplastica

© Mario de Carli (Flickr) 
Se si ha la sfortuna di avere il setto nasale deviato, con relative conseguenze di salute, come ben sappiamo, si può ricorrere ad un intervento di rinoplastica, un'operazione chirurgica che viene fatta per fattori funzionali ma che sempre più spesso viene usata anche per fattori estetici.
Ma se il problema dovesse riguardare, appunto, il solo lato estetico, per la correzione non c'è più bisogno di passare dall'intervento vero è proprio di rinoplastica, dato che è pur sempre un'operazione invasiva, ma si può risolvere il problema avvalendosi di una nuova tecnica di rinoplastica denominata lifting del naso.

Il lifting del naso è un tipo di intervento mini invasivo che permette di fare un lavoro senza lasciare cicatrici. Una nuova procedura che da’ l'opportunità di correggere piccoli problemi estetici come la classica gobba del naso aquilino (se non troppo arcuata) e di innalzare o ridurre la punta del naso tramite minime incisioni.
Per questo mini intervento vengono utilizzati particolari fili di sutura biocompatibili tramite punti di accesso di piccole dimensioni e viene eseguito con anestesia locale. Il vantaggio del lifting del naso è che, oltre ad essere poco invasivo, non comporta dolori post operatori e permette, quindi, tempi rapidi di recupero. Una soluzione ottimale perché naturale e di lunga durata.
Maggiori informazioni sono reperibili su questo sito.

3 commenti:

Duran63 ha detto...

Informazione ottima per chi avesse di questa esigenza. Le operazioni non sono mai piacevoli. Ti posto sul Blog, coccoliamoci, ciao

Anonimo ha detto...

io purtroppo ho il setto deviato, ma sto rifiutando l'intervento perché è molto doloroso...
monica c.

Laura C. ha detto...

Duran63, grazie, sei gentilissima :-)
@Monica, anche io ho il setto deviato... ma dalle operazioni giro al largo ;-)

Lettori fissi

Powered by Blogger.