lunedì, novembre 25, 2013

Come pulire i ripiani in marmo

6 commenti     
categories: ,
Ripiano in marmo
Un ripiano in marmo, sia che si tratti di quello della cucina, che del bagno o di un mobile, è bello e d’effetto tuttavia, molti sono coloro che rinunciano ad averlo per la paura della pulizia.

E’ vero che gli acidi rischiano di rovinarlo e lo stesso vale per altre sostanze aggressive tuttavia, basta un po’ di attenzione e azione rapida perché non accada nulla; al giorno d’oggi sono molti i prodotti che possono essere utilizzati per la sua manutenzione.

Detergenti neutri sono in genere perfetti, il sapone di Marsiglia per esempio si rivela efficace; per una volta, la parte da leone non la fa l’aceto, generalmente utilizzato sulla maggior parte delle superfici perché qui, rischierebbe di fare grossi danni e rovinare il piano.

Il sapone di Marsiglia può essere acquistato già in scaglie e sciolto in acqua calda quindi, passato sul ripiano con una spugnetta morbida; attenzione a evitare quelle abrasive perché rischiano di segnare il marmo definitivamente.

Chi ha difficoltà a reperirlo in scaglie può prendere un panetto normale e una spugnetta quindi, bagnare la spugna e strofinarla sul sapone poi passarla sul piano avendo cura di risciacquare bene; questo procedimento deve essere effettuato velocemente anche se sul piano cadono sostanze come l’aceto, il limone, la coca-cola e tutto ciò che può intaccarlo (le sostanza acide in genere). Al termine, per farlo brillare, è possibile passarvi un po’ di cera d’api; se il piano è quello della cucina, meglio evitare i prodotti industriali e recarsi presso un apicoltore a cui richiedere un pezzo di cera d’api naturale. Dopo averla passata è consigliabile pulirla con un panno morbido e lucidare il piano con un ulteriore panno in lana.

Se l’idea del catino in cui sciogliere il sapone non vi aggrada, potere fare lo stesso utilizzando uno spruzzino; in questo caso mettere l’acqua all’interno dello spruzzino solo quando il sapone sarà perfettamente sciolto, in caso contrario si rischierebbe di intasare il foro d’uscita.

Una soluzione acquosa alternativa, consiste nell’aggiungere anche del bicarbonato per igienizzare e, per contrastare la proliferazione di muffe e batteri (in particolare in bagno e cucina), aggiungere poche gocce di olio essenziale di melaleuca. Quando però si rende necessario disinfettare, dopo aver accuratamente pulito il piano, si potrà passarlo con acqua ossigenata avvalendosi di una spugnetta o un panno in microfibra, qualunque tessuto si scelga, è necessario ricordare di non usare tessuti abrasivi.

6 commenti:

Letizia Di Bella ha detto...

Quando ho comprato la cucina, molti anni fa, il marmista ci regalò un pò di prodotto specifico per lucidarlo e ricordo che era fenomenale.
Considerato che mio marito non vuole nenache cercarlo (il marmo DEVE essere consumato -_-') credo che dovrò decidermi a sperimentare qualche metodo alternativo.

Laura C. ha detto...

Ommammamia, davvero vuole che sia consumato? A me piace bello lucido e senza segni... un sogno in pratica! :-)

Mara ha detto...

Il mio piano in granito è disastrato dovrei proprio sostituirlo o meglio ancora: cambiare tutta la cucina che dopo 25 anni grida vendetta

Laura C. ha detto...

Acc... be', in effetti potrebbe essere da pensionare ;-)

Mara Mencarelli ha detto...

Decisamente da pensionare...magari dopo Natale

Laura C. ha detto...

Pronta al pensionamento? Buon annooooooo :D

Lettori fissi

Powered by Blogger.