martedì, marzo 04, 2014

Come scegliere il passeggino gemellare

6 commenti     
categories: 
I genitori di gemelli o bambini di età vicina si trovano spesso a dover affrontare il dilemma del passeggino gemellare ; sceglierne uno gemellare, da un certo punto di vista è più semplice, perché i modelli disponibili non sono molti e, di conseguenza, la scelta piuttosto limitata. Questo è vero soprattutto nel caso di 3 gemelli dove la scelta si restringe di molto, lasciando spazio, esclusivamente, ai passeggini in linea.

E’ però doveroso, prima della decisione finale, prendere in considerazione alcune caratteristiche essenziali e valutare tutti pro e contro; nel caso di gemelli, a meno di non avere la certezza di essere sempre accompagnati nell’uscita, il passeggino biposto è scelta obbligata. In caso contrario si può valutare anche l’acquisto di 2 passeggini separati, facendo bene attenzione però ad essere certi di non dover mai uscire da soli con i bambini.

Nel caso di bimbi di differenti età conviene valutare bene la vicinanza d’età e, in particolar modo, per quanto tempo il maggiore utilizzerà ancora questo mezzo di trasporto; il rischio è infatti di trovarsi per più anni con un passeggino ingombrante e meno pratico, appannaggio di un solo bambino.

La prima cosa da prendere in considerazione, nel momento in cui si decide di acquistare un prodotto di questo genere è, se privilegiare i modelli “in linea” o piuttosto quelli che affiancano i due seggiolini.

Il modello in linea è molto più indicato nel caso in cui:
si percorrano strade con marciapiedi stretti, perché, di fatto, l’ingombro in larghezza è molto simile a un comune passeggino a un posto;
si debba entrare in ascensori o passare da porte con entrate strette.

II modello con seggiolini appaiati:
è più ingombrante in larghezza e di conseguenza è scomodo quando si debbano affrontare passaggi dalle dimensioni ridotte è più semplice da ripiegare e meno ingombrante una volta piegato;
permette ai bambini di stare uno vicino all’altro (da evitare perciò se i fratellini sono litigiosi o insofferenti) e godere della stessa visuale.

Nel caso in cui ci si dovesse orientare sui passeggini in linea, si potrà scegliere tra i modelli destinati a bambini di differenti età e quelli studiati in primis per gemelli; i primi prevedono una seduta posta a un livello più basso, per il bambino più piccolo e una seduta posteriore, spesso utilizzabile da entrambi i bambini, ma ideale per il figlio maggiore che, posto in posizione più elevata, può osservare ciò che avviene all’esterno.

I secondi sono invece passeggini con seggiolini separati che possono essere posizionati in maniera indipendente: entrambi i seggiolini che guardano la strada, entrambi che guardano la mamma oppure uno verso la strada e uno verso la mamma (con i bambini che si guardano). Sebbene molto comodo perché personalizzabile e conformabile al desiderio del bambino, può ingenerare difficoltà nel momento in cui entrambi i bambini volessero occupare la posizione anteriore, quella che offre una visibilità migliore guardando la strada.

Esiste una terza soluzione che prevede l’acquisto di due passeggini separati da unire con un gancio; io consiglio di prenderla in considerazione come ultima possibilità poiché la manovrabilità di un tale bi-passeggino è molto ridotta, l’ingombro eccessivo e la scomodità di chi lo “guida” elevata.

Recandosi a scegliere un passeggino gemellare, come per ogni altro, si dovranno valutare alcuni aspetti essenziali ma, una volta individuato il modello, la prima cosa da fare sarà saggiarne proprio la manovrabilità e il peso poiché, crescendo i bambini ne acquisteranno molto e, sommandovi quello di un passeggino gemellare che può essere di poco inferiore ai 20 chili e quello di tutti gli accessori può raggiungere soglie al limite della tollerabilità. Una breve passeggiata rischia di trasformarsi in una seduta di spostamento e sollevamento pesi su strade spesso in condizioni pessime con marciapiedi, a volte molto alti che necessitano uno sforzo per fare salire il passeggino.

Nel caso in cui si scelga il modello affiancato, l’ideale è orientarsi su quelli con sedute indipendenti che permettano perciò ai due bambini di stare in posizioni differenti e non dover sopportare, tanto per fare un esempio, di stare sdraiati solo perché il fratellino o la sorellina hanno sonno; tra i tanti modelli, ne esistono anche alcuni che offrono la possibilità di essere completati con la navetta, rendendoli perciò adatti anche ai neonati.

Anche tra quelli in linea è possibile scegliere modelli completi di navetta trasformabile in seggiolino e ovetto per il trasporto in auto; in questo modo il passeggino accompagna il bambino dalla nascita fino al momento in cui lo abbandonerà definitivamente.

In tutti i casi, sono da prediligere modelli che dispongano di più posizioni, siano più leggeri, abbiano più accessori (parapioggia, parasole, porta biberon, borsa per gli oggetti, zanzariera, copertura invernale per le gambe del bambino) e ampi spazi in cui riporre tutto il necessario che un genitore deve trasportare; non dimenticate, prima di acquistare un prodotto di questo tipo, di verificare la facilità di apertura e chiusura e l’ingombro da chiuso, soprattutto che sia compatibile con il bagagliaio.

Per ciò che riguarda i prezzi, si possono trovare modelli con prezzi per tutte le tasche in cui, anche i più economici offrono sicurezza e ottime prestazioni.

6 commenti:

berenice ha detto...

Sono accessori molto funzionali di grande aiuto per le nascite eccezionali. Altrimenti poveri genitori!

Laura C. ha detto...

Già... dillo a me che ho due gemelle ;-)

Linda ha detto...

questo articolo cade, come si dice, "a fagiolo"... non per me, ormai fuori tempo massimo per fare figli, ma per una coppia di amici in dolce, doppia attesa :) Glielo giro!

Laura C. ha detto...

Ciao Linda, spero possa essergli utile; quando ho dovuto scegliere, io non ho avuto nessuno che potesse darmi un consiglio. Fai tanti in bocca al lupo ai tuoi amici da parte mia... avere due gemelli è stupendo! :-)

Laura ha detto...

Grazie per i consigli! io alla fine ho deciso compare un passeggino gemellare con le sedie una affianco l'altra. È più largo ma preferisco che i bambini guardino avanti.

Ciao!

Laura C. ha detto...

Ciao Laura, a me quello con i seggiolini affiancati non passava dall'ascensore perciò mi sono buttata su quello "in linea". Grazie del commento e buon pomeriggio:D

Lettori fissi

Powered by Blogger.