venerdì, aprile 04, 2014

Scopriamo la borsa Givenchy

Nessun commento     
categories: 
Se pensate che fare shopping sia soltanto un modo per trascorrere un piacevole pomeriggio di relax allora vi sbagliate di grosso. È vero che girare per negozi e acquistare qualcosa di bello ha un effetto rasserenante anche sugli animi più inquieti. È anche vero, però, che fare compere è innanzitutto funzionale. La funzione di uno shopping ben fatto non è quella di riempire gli armadi, ma di fare scorta di stile ed eleganza.

È fondamentale, dunque, riuscire ad acquistare i capi adatti tenendo d'occhio sì le nuove collezioni ma anche il proprio stile personale. Non tradite mai i vostri gusti con le mode del momento e affidatevi ai marchi classici, quelli che hanno decenni di storia alle spalle e che sono, da sempre, sinonimo di raffinatezza.

Se seguiamo il mondo del web e in particolare Fashion Blogger come Melissa Cabrini, uno di questi è certamente Givenchy, marchio francese tra i più apprezzati. Protagonista delle passerelle più prestigiose, Givenchy nasce negli anni Cinquanta grazie all'estro creativo di Hubert Taffin de Givenchy, uno stilista francese originario di Beauvais, attivo a Parigi sin dagli anni Quaranta. Lo stile Givenchy è inconfondibile. Tutti ricorderete la splendida Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany e nell'altrettanto fortunato Sabrina. L'attrice americana, che vestiva Givenchy nei film ma anche nella vita privata, è non soltanto un'icona di bellezza, ma anche un modello di eleganza, signorilità e raffinatezza.

La donna Givenchy, incarnata dalla Hepburn ma anche da altre grandi dive come Lauren Bacall, Greta Garbo, Elizabeth Taylor, Marlène Dietrich e Jacqueline Kennedy-Onassis, è distinta, delicata e, soprattutto, ricercata. Basti pensare alla celebre scena del film di Blake Edwards quando la Hepburn sorseggia un caffè di fronte alla gioielleria Tiffany, elegantemente fasciata da un tubino nero firmato Givenchy. E se l'attrice diventò il sogno di ogni uomo, il tubino da allora è non soltanto il desiderio di ogni donna, ma anche un capo intramontabile. Ciò a dimostrazione che l'alta moda non è soltanto una questione di collezioni stagionali. Il vero stile è senza tempo.

Givenchy è un marchio di lusso che, negli anni, si è specializzato nella creazione di diversi accessori come borse, profumi, foulard e gioielli. A capo dell'azienda, parte del gruppo Louis Vuitton Moët Hennessy, vi è stato lo stilista inglese Alexander McQueen che ha sostituito l'enfant terrible della moda John Galliano. Dal 2005 direttore creativo dell'azienda è l'italianissimo Riccardo Tisci.

La migliore amica di ogni donna, si sa, è la borsa. Che sia capiente o mini, una bella borsa saprà dare un'anima anche allo stile più anonimo. Se la borsa, poi, è firmata Givenchy state certi di non passare inosservati.

La collezione donna primavera estate 2014 di Givenchy parla chiaro. Le borse saranno la chiave di volta dello stile della prossima stagione che nasce dall'incontro tra la cultura giapponese e quella africana. Il richiamo è alla sensualità e al mistero, incarnato in abiti dalle stoffe setose e dai colori caldi e in accessori stile safari dalle forme rivoluzionarie.

La borsa Givenchy 2014 è maculata, scamosciata o in pelle; a bauletto, trapezoidale o a forma di ventaglio; marrone, bianca, nera o nei toni del rosso e dell'arancio. Date un'occhiata alla nuova collezione e troverete veri gioielli di pelletteria. Se preferite un modello più ampio, magari dal colore estroso, scegliete un bauletto rosso, giallo o fucsia. Se volete qualcosa di speciale acquistate un modello "safari" o un bauletto nero a strisce rosse e bianche. Per una serata chic optate per una pochette bianca o beige.

Non pensiate che Givenchy sia un marchio per sole donne. Nella collezione primavera estate 2014 c'è posto anche per l'uomo che ama essere appropriato ed elegante ad ogni occasione. Di certo non troverete capi impersonali. L'uomo Givenchy della prossima stagione indosserà t-shirt colorate e completi eleganti nei toni del grigio e del nero.

0 commenti:

Lettori fissi

Powered by Blogger.