martedì, maggio 27, 2014

Combattere il cattivo odore della lavatrice in maniera naturale

2 commenti     
categories: ,
La lavatrice, prezioso alleato nella vita quotidiana, può trasformarsi in un problema “odoroso” nei casi in cui inizi a emettere cattivo odore, arrivando a pregiudicare la buona riuscita dei lavaggi e appestando anche i capi appena puliti che rischiano di uscire dall’oblò con un odore tutt’altro che di pulito.

Spesso la causa del cattivo odore è da imputare a muffe e batteri che si sviluppano a causa di una mancata igiene e pulizia dell’elettrodomestico, e dal fatto di lasciare per molto tempo i capi lavati al suo interno.

Per questo motivo, la prevenzione è essenziale; pulire le guarnizioni e il filtro, togliere residui di detersivo e capelli, evitare di lasciare al suo interno i capi appena lavati per ore intere sono piccoli gesti che aiutano a evitare il problema.

Se però, nonostante tutto, la lavatrice dovesse iniziare a puzzare, si dovrà correre ai ripari; la prima sostanza utile a deodorare è l’aceto, da versare nel cestello e nel cassettino. Dopo aver pulito le guarnizioni, il cassettino dei detersivi e il cestello, si potrà versarne un litro e far partire un lavaggio con acqua a 30-40° (anche senza centrifuga, non serve) per far sparire i cattivi odori. Per mantenere il risultato si potrà utilizzare l’aceto bianco in ogni lavaggio al posto dell’ammorbidente e, nel caso in cui la profumazione proprio dovesse risultare sgradita, si potranno aggiungere un paio di gocce di olio essenziale a piacimento.

Anche il bicarbonato ci viene in soccorso; dopo aver pulito gli interni e il cassettino della lavatrice con una soluzione di acqua e bicarbonato, si dovrà versare mezza tazza di bicarbonato nel cassettino e far partire un lavaggio a 30-40° escludendo, come in precedenza, la centrifuga. Se ad ogni lavaggio successivo (con esclusione del lavaggio di capi in lana e seta) si aggiungerà un cucchiaio di bicarbonato al detersivo, si contribuirà a mantenere pulita la lavatrice, allontanando muffe e incrostazioni. Attenzione a non mischiare però bicarbonato e aceto, non devono mai essere usati insieme.

Per evitare quindi che si formino muffe e proliferino batteri che causano cattivi odori, è bene ricordare che la prevenzione è efficace e, lasciare sempre aperto l’oblò è un ulteriore piccolo trucchetto per evitare di incorrere nel fastidioso problema.

2 commenti:

Letizia Di Bella ha detto...

Non si finisce mai di imparare. Io mi occupo veramnte poco della manutenzione della mia lavatrice.

Laura C. ha detto...

La mia ogni tanto ha qualche problemino perciò, ho dovuto trovare metodi efficaci per deodorarla ;-)

Lettori fissi

Powered by Blogger.