martedì, agosto 05, 2014

Proprietà dell'olio di perilla

In caso di allergie e intolleranze alimentari, spesso è possibile utilizzare prodotti naturali e, tra questi, l’olio di perilla merita sicuramente un posto d’onore; da noi non è utilizzato tanto quanto il ribes nigrum ma la sua efficacia, da quando ha iniziato a diffondersi, è risultata evidente.

La Perilla Frutescens (o Basilico Cinese), ricca di omega 3, vanta virtù antiallergiche che riducono l’istamina determinando un abbassamento dei sintomi legati all’allergia, siano essi legati all’apparato respiratorio, epidermico, gastrointestinale; la sua funzione è infatti essenziale nel ridurre il livello di immunoglobuline che si innalzano quando l’organismo entra in contatto con una sostanza che scatena una reazione infiammatoria.

Va da sé che l’olio di perilla viene consigliato in caso di intolleranza alimentare e nelle diete di recupero dell’infiammazione da cibo, proprio per la sua capacità di modulare la risposta dell’organismo.

Non solo intolleranze però, perché la sua funzione è evidente anche in caso di allergie stagionali, orticaria, eczema, reazioni dell’apparato respiratorio e gastrointestinale, anche nei casi in cui, questa sintomatologia sia legata a intolleranze alimentari. A volte non ci si pensa ma asma, orticaria o eczemi possono essere legati all’assunzione di sostanze cui si è intolleranti e non necessariamente legate al contatto con una sostanza.

Finché viene utilizzato sotto controllo medico e, in ogni caso, effettuando cicli cui far seguire un periodo di sospensione, l’olio di perilla non provoca effetti secondari; nel caso in cui ci si dovesse invece trovare in un periodo in cui i sintomi dovessero improvvisamente peggiorare, si potrà temporaneamente (è molto importante che sia solo per un breve periodo), aumentare l’assunzione giornaliera.

Oltre al suo intervento in caso di intolleranze alimentari e allergie, oltre a tutto ciò che ne può essere correlato, è utile anche in caso di allergia ai pollini, tosse, morbo di Crohn, reumatismi, influenza, psoriasi, riduzione delle malattie a carico dell’apparato vascolare contrastando le aritmie e la formazione di coaguli nel sangue, riduzione del colesterolo cattivo e intervento nella “gestione” di malattie autoimmuni.

Alcuni studi sostengono che l’olio di perilla intervenga nel rallentare o inibire l’accrescimento di forme cancerose a carico del colon e seno, contrasti l’obesità e la sindrome premestruale, il lupus e l’artrite reumatoide, combatta la depressione e incrementi la capacità polmonare, utile perciò nei casi di asma.

0 commenti:

Lettori fissi

Powered by Blogger.