giovedì, novembre 13, 2014

Clarks Desert Boot, la storia di un classico senza tempo

Nessun commento     
categories: 
Clarks
Correva l’anno 1949 quando Nathan Clark progettò le prime Desert Boot come le conosciamo noi oggi, quelle che sarebbero presto entrate nel mito e mai la moda avrebbe dimenticato; ancora oggi mantengono la loro linea pur rinnovandosi nelle fantasie, arrivando a proporre, in alcuni casi, modelli particolari come quelli raffiguranti l’Union Jack.

Il mercato le conobbe nel 1950 quando vennero presentate alla fiera delle scarpe di Chicago (Chicago Shoe Fair) e qui, oltre a Oscar Schoeffler, fashion editor di Esquire, poterono essere ammirate dai visitatori per l’allacciatura alta, la pelle scamosciata, i doppi occhielli e la suola in gomma crespata; queste scarpe furono le prime a utilizzare questo tipo di suola ricavata dal lattice, che assorbe bene gli urti ed è idrorepellente.

L’ispirazione arrivò osservando le scarpe comprate dagli ufficiali dell’esercito al bazar Khan el-Kahalili del Cairo e utilizzate fuori servizio per la comodità e la leggerezza rispetto agli scarponi solitamente indossati; all’inizio però nessuno credette nelle potenzialità di questa calzatura, al punto che a Nathan fu sconsigliato di presentarla.

Il miscuglio tra eleganza e praticità, confort e semplicità, le ha rese invece uno degli accessori cult di intere generazioni; negli anni delle contestazioni Parigine si trasformarono in uno dei “simboli” e, in breve, divennero le scarpe indossate un po’ da tutti, attori, attrici, musicisti, intellettuali, attivisti e studenti che finirono per trasformarle in un’icona.

Sfoggiate da Robbie Williamse e Liam Gallagher, indossate da Bob Dylan e Sarah Jessica Parker, sono scarpe amate anche da Manolo Blahnik, e oggi prodotte quasi interamente in Vietnam, Cina e Brasile.

In occasione del sessantesimo compleanno delle Desert Boot è stata lanciata una collezione celebrativa con il compito di ripercorrere i decenni attraversati dalla sua nascita fino ai giorni nostri; per gli anni ’50 si è scelto il tessuto Harris-Tweed, con il tipico disegno spigato in chiaroscuro, gli anni ’60 vedono lo stile Liberty farla da padrona con tinte accese e stampe decorative di ispirazione floreale, gli anni ’70 hanno come protagoniste le Desert Boot con lunghe frange che ornano la parte superiore, gli anni ’80 sono il trionfo del denim con taschino, gli anni ’90 sono un omaggio alla bandiera inglese mentre il 2000 è un ritorno alle origini con un bellissimo modello vintage.

0 commenti:

Lettori fissi

Powered by Blogger.