mercoledì, gennaio 14, 2015

Come scegliere il seggiolino per l'auto

Come scegliere il seggiolino per auto
Il seggiolino per auto è essenziale negli spostamenti con i bambini e, anche se molti genitori tendono a considerarlo un optional, dovrebbero ricordare che, se non lo utilizzano, non solo mettono a rischio la sicurezza dei loro figli ma disobbediscono alla legge.

Non tutti i seggiolini sono uguali e, prestare la massima attenzione nel momento della scelta è essenziale per dare ai piccoli viaggiatori tutte le garanzie necessarie per un viaggio tranquillo, sereno e, perché no, anche divertente; non a caso in molti casi è possibile appendere ninnoli o agganciare piccoli giochi con cui possa intrattenersi nei tragitti.

Ecco cosa verificare prima dell’acquisto sull’etichetta di omologazione (obbligatoria):
la presenza della dicitura ECE R 44/03 oppure ECE R 44/03;
la scritta che Universal comunica che il seggiolino è omologato per tutti i tipi di auto;
il peso del bambino per cui il seggiolino è stato prodotto;
il marchio di omologazione in cui, il numero dopo la lettera E si riferisce al paese di produzione (E1 corrisponde alla Germania, E2 alla Francia, E3 all’Italia, E4 ai Paesi Bassi, E5 alla Svezia ed E6 al Regno Unito);
il numero di omologazione;
il numero progressivo di produzione.

La scelta si dovrà poi fare tenendo conto di alcune caratteristiche del bambino: età e peso prima di tutto. 5 sono i gruppi in cui i seggiolini sono divisi:
Gruppo 0: per bambini di peso inferiore ai 10 chili ed età non superiore ai 9-12 mesi, deve essere fissato sul sedile posteriore in posizione inversa al senso di marcia. Nel caso di bambini prematuri o molto piccoli è possibile acquistare un riduttore che impedisca lo scivolamento e li mantenga nella posizione corretta; utilizzando invece delle navicelle, si dovrà aver cura di posarle sempre sul sedile posteriore e agganciarlo con le apposite cinghie alle cinture dell’auto.
Gruppo 0+: per bambini dai 10 ai 13 chili, devono essere montati sul sedile posteriore nel senso inverso a quello di marcia.
Gruppo 1: per bambini fino ai 18 chili, fino a 4 anni d’età circa; i seggiolini si posizionano sul sedile posteriore nello stesso senso della marcia tuttavia, l’ideale sarebbe mantenere il senso inverso almeno fino ai 2 anni.
Gruppo 2: per bambini dai 15 fino ai 25 chili, fino a 6 anni d’età circa; i seggiolini si posizionano sul sedile posteriore o anteriore nello stesso senso della marcia dell’auto.
Gruppo 3: per bambini dai 22 fino ai 36 chili, fino a 12 anni d’età circa; i seggiolini si posizionano sul sedile posteriore o anteriore nello stesso senso della marcia della vettura.

Nei gruppo 0 e 0+, se proprio si dovesse decidere di montare il seggiolino sul sedile anteriore, sempre in senso contrario alla direzione di marcia, si dovrà aver cura di disattivare l’airbag.

Importante è verificare, prima di acquistare, la durezza o morbidezza di schienale e seduta, della chiusura di sicurezza, il fatto che sia facile e pratico da agganciare ma, come accade per i seggioloni e i passeggini, non deve essere così facile da poter essere sganciato da un bambino.

Accertarsi che il seggiolino sia sfoderabile è essenziale, molte sono le cose che possono capitare in auto e, se si sporca la fodera è importante che si possa lavare, per una questione di igiene in primo luogo, ma anche perché alcuni liquidi possono lasciare una fastidiosa “scia olfattiva”.

Da non sottovalutare sono gli agganci Isofix che proteggono maggiormente il bambino consentendo l’ancoraggio, non solo al sedile, ma al telaio dell’auto; dal febbraio 2006 le auto di nuova omologazione sono obbligate a prevedere agganci per seggiolini dotati del sistema Isofix.

E non dimenticate che le cinture vanno sempre assicurate, anche per brevi tragitti, solo in questo modo si potrà garantire ai più piccini la sicurezza necessaria.

0 commenti:

Lettori fissi

Powered by Blogger.