lunedì, aprile 20, 2015

Ribes nigrum proprietà e utilizzo

Ribes nigrum
Il ribes nigrum, che appartiene alla famiglia delle grossulariaceae, è utilizzato in cucina per decorazioni, liquori, marmellate tuttavia, ha numerose proprietà di cui è possibile avvantaggiarsi, facendo attenzione solo nel caso in cui si soffra di ipertensione o si abbia un’allergia alla pianta o ai frutti.

Il ribes nigrum, che tra i costituenti annovera polifenoli, tannini, trigliceridi, vitamina C, acido citrico, è antiallergico, antidolorifico, antinfiammatorio, antiossidante, aperitivo, depurativo, diuretico, vasocostrittore e può essere utilizzato per contrastare allergie, asma, colesterolo, dolori articolari, emorroidi, gotta, placche in gola, raffreddori, reumatismi, scottature e tonsilliti.
Rosso, nero, bianco, tante varietà per un piccolo frutto, una gemma dalle molteplici proprietà, un dono della natura per aiutarci a star bene e vivere meglio.

Di questa pianta si usa praticamente tutto: frutti, foglie e radici, contiene vitamine A, B, C, acidi, glucidi, lipidi e sali minerali che risultano utili anche per combattere le ustioni, favorire la diuresi, disinfiammare e depurare; la sua azione è simile a quella del cortisone e la sua capacità di combattere le allergie è molto elevata.
Nel periodo primaverile può efficacemente sostituire gli antistaminici mentre, preso nel corso dell'anno, associato magari alla rosa canina, esplica al meglio la sua azione di immunostimolante, ideale per adulti e bambini.

Ecco alcuni esempi di come impiegarlo.

☼ In caso di ritenzione idrica o dolori articolari è possibile preparare un infuso con 4 gr. di foglie ridotte in polvere da aggiungere a 200 ml. circa d'acqua; una volta filtrato e raffreddato può essere dolcificato con miele o zucchero secondo i gusti e bevuto a piccoli sorsi.

☼ In caso di scottature è possibile schiacciare i frutti fino a ridurli in poltiglia poi applicare questo cataplasma sulla parte colpita.

☼ Durante l'inverno, quando le labbra si tagliano, il cataplasma di frutti si rivela ideale per cicatrizzare le screpolature.

☼ Durante il periodo delle allergie, la tintura madre si rivela un vero toccasana tuttavia, iniziare qualche mese prima con la prevenzione, si dimostra il metodo perfetto per evitare starnuti, occhi che piangono e si arrossano, naso che cola o prude e tutti i sintomi legati a stati allergici.

2 commenti:

Tonino ha detto...

Grazie del consiglio. Potrei provarlo per i dolori articolari .

Laura C. ha detto...

Grazie ate di essere passato :-) Per l'artrite sono ottime anche le capsule di noni (c'è anche il succo ma è terribile da madar giù), oppure il Nodol, della ESI ;-)

Lettori fissi

Powered by Blogger.