venerdì, settembre 04, 2015

Un asteroide colpirà la Terra a settembre?

2 commenti     
categories: ,
Da un po’ di tempo a questa parte girano voci inquietanti su un ipotetico asteroide che dovrebbe colpire la Terra tra il 15 e il 28 settembre 2015; c’è chi ha prospettato scenari catastrofici con terremoti, tsunami, morte e distruzione.

Che nome ha questo asteroide? Chi lo ha scoperto? Quando è stato scoperto?

In realtà non si sa molto di questa enorme minaccia che dovrebbe spazzare via una parte dell’umanità, ciò che viene dato per certo è che Puerto Rico sarà la zona in cui avverrà l’impatto e, da qui, l’onda d’urto dovrebbe fare il resto.

In realtà non c’è nulla di scientifico alla base di questa notizia che impazza terrorizzando il popolo del web; anche la NASA, tramite Paul Chodas, manager del NASA's Near-Earth Object al Jet Propulsion Laboratory in Pasadena, California ha smentito le voci.

Nessuna cometa o asteroide potenzialmente pericoloso (almeno non per ora) è stato osservato perciò, per i prossimi 100 anni dovremmo poter stare tranquilli perché le probabilità di un impatto sono meno dello 0.01%.

Chodas ci rassicura così: "If there were any object large enough to do that type of destruction in September, we would have seen something of it by now".

Negli ultimi anni più volte l’allarmismo ha colpito il web, basti pensare a DA14 o YU55, due asteroidi che 2011 e 2012 fecero molto parlare di sé.

La NASA dispone di un sistema di monitoraggio che le permette di analizzare e tracciare asteroidi e comete, lo “Spaceguard” o “Near Object Observation Program” che segue le rotte ed effettua predizioni riscontrando eventuali pericolosità e rischi di impatto… e per ora non ne ha riscontrate.

Anche questa volta perciò la minaccia parrebbe tradursi in un “nulla di fatto” e la Terra continuerà la propria vita, come ogni giorno.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Buffone chi pubblica simili ...buffonate....

Laura C. ha detto...

... soprattutto per parlare di un buffo asteroide :-)

Lettori fissi

Powered by Blogger.