venerdì, febbraio 12, 2016

Come scegliere le scarpe da sposa

Sposa
Scegliere le scarpe per il giorno del proprio matrimonio può essere un’ardua impresa, possono rivelarsi un’arma a doppio taglio nel momento in cui dovessero provocare dolori o nel caso in cui non si fosse abituate al modello prescelto e dar vita allo show di una sposa che traballa vistosamente e nelle peggiori delle ipotesi incespica e cade suscitando l’ilarità di parenti e amici.

La prima cosa di cui la sposa dovrebbe tener conto è l'altezza del futuro marito e, possibilmente, evitare un tacco che la faccia svettare sul povero malcapitato; secondo particolare, è la suola. Per quanto possa apparire bizzarro, il colore della suola è fondamentale e deve essere chiaro o in tinta con l’abito perché vedere la suola nera o marrone di una sposa inginocchiata è a dir poco terrificante.

Restando in tema di colori, quello della scarpa deve essere identico a quello dell’abito, semplice se si comprano entrambi presso un atelier, più complicato se si decide di comprarle altrove; in questo caso può essere necessario visitare moltissimi negozi per trovare la scarpa giusta, non ci sono scappatoie e può capitare di doverle far fare (o rifoderare) su misura da un artigiano. Se l’abito non è in tinta unita sbizzarritevi pure scegliendole colorate ma rispettate la regola del colore identico.

C’è poi da affrontare il problema del tacco; fate attenzione a scegliere un tacco cui siete abituate, è inutile comprare un tacco 12 e poi trovarsi a non saper camminare, ballare e soprattutto con piedi gonfi e doloranti che impediscono qualsiasi movimento rovinando la giornata. Se proprio non volete rinunciarvi e non è il vostro genere allora procuratevi un secondo paio di scarpe più basse per il ricevimento o per quando non sopporterete più il tacco; per fare un po’ d’esperienza e far “cedere” le scarpe indossatele qualche giorno prima mentre state in casa, attenzione però a non rovinarle!

In estate via libera ai sandali gioiello, purché teniate conto che devono sempre essere in linea con l’abito; meglio evitare pasticci abbinando abiti molto lavorati a scarpe ugualmente lavorate e complesse.

Da considerare infine una nuova tendenza: i matrimoni in spiaggia. Sia che siano scenografici (pre o post Chiesa), sia che siano civili, al piede è possibile indossare una cavigliera da matrimonio, un piccolo gioiello che sostituisce i sandali ed abbellisce il piede.

Sia che scegliate décolleté, sandali o altro, ricordate che le scarpe da indossare il giorno del “si” dovranno essere soprattutto comode e farvi sentire voi stesse.

0 commenti:

Lettori fissi

Powered by Blogger.