lunedì, febbraio 29, 2016

Lesbo, l'isola che vi affascinerà

3 commenti     
categories: ,
Lesvos
Lesvos, più comunemente conosciuta come Lesbo, è la terza più grande isola greca e, nonostante il suo fascino e le bellezze che la caratterizzano, è scarsamente considerata dal turismo di massa.

Ha attirato personaggi famosi come Chagall e Matisse e, chi oggi decide di seguire le loro orme, ha la possibilità di ammirare chicche come la foresta pietrificata formata da piante fossilizzate, o villaggi come Mantamados, famosa per il Monastero di San Michele Arcangelo, il formaggio ladotyri e le ceramiche.

Tra spiagge di ciottoli o sassolini, che si tuffano in un mare dall’acqua cristallina e trasparente, non è possibile non innamorarsi di un’isola dalle molteplici sfaccettature, dominata in passato da vari popoli che hanno lasciato testimonianza del loro passaggio: castelli, fortezze, un acquedotto romano risalente al 2° o 3° secolo, resti e monasteri.

Mitilene, un tempo città indipendente, ebbe l’onore di ospitare la poetessa Lesbo ed è sede oggi del nuovo Museo Archeologico, il Museo d’Arte Moderna, il Museo Bizantino, il castello da cui si gode una vista spettacolare, e l’antico teatro risalente alla prima epoca ellenistica, situato presso Agia Kiryachi. Il Museo Tériade, a Varia, nella parte meridionale di Mitilene, è imperdibile per le opere di Picasso, Chagall, Matisse e Mirò qui custodite.

Mitilene non è solo cultura ma è anche divertimento e shopping, una vista su un panorama incantevole, momenti di relax presso i tavolini dei caffè, un attimo di pace presso il grande porto o passeggiando sul lungomare.

Molyvos, Petra e i piccoli borghi


Un borgo che lascia letteralmente senza parole è Molyvos o Mithymna, dominato da un castello che la sovrasta e la domina, e ancora oggi può essere ammirato in tutto il suo splendore; da qui si gode un panorama unico, è possibile infatti ammirare la vista di questa cittadina costruita su una collina che digrada fino a lambire le acque del mare in cui si specchia.

Percorrere i suoi stretti vicoli è come entrare in un sogno, le case colorate, i glicini che le sovrastano, i ciottoli di cui sono lastricate sono il set perfetto di una fiaba romantica; qui anche la vita notturna è abbastanza movimentata ma non fastidiosa e, chi ama lo shopping, troverà pane per i suoi denti, le occasioni per acquistare souvenir e prodotti tipici, passeggiano tra le strade ombreggiate dai glicini non mancheranno certamente.

Non molto lontano da Molyvos è Petra che, con la sua Chiesa raggiungibile tramite i 114 scalini scolpiti nella roccia, non può mancare in un tour dell’isola; movimentata e divertente, ha caffè e ristoranti destinati a tutti, oltre a una delle spiagge sabbiose più amate da chi vuole godersi il mare limpido che la lambisce.

Girovagano per l’isola ci si imbatterà in molti borghi che resteranno nel cuore per la loro particolarità, la bellezza e il fascino tradizionale che li caratterizza, senza la calca e l’affollamento che il turismo di massa porta in altre isole ben più note.

3 commenti:

Vittoria Sanna ha detto...

Che meraviglia..da te scopro dei paradisi che non conoscevo.. questa isola greca soprattutto..quanto mi piacerebbe visitarla..magari se riesco l'anno prossimo!

Nunzia Brisacani ha detto...

Un posto davvero incantevole, mi piacerebbe davvero molto visitarlo chissà chq questa estate non sia il momento giusto! Mi hai dato davvero una buona idea!

Mary Laury ha detto...

deve essere un'isola molto bella, al di fuori delle solite mete turistiche. un'isola tutta da scoprire.

Lettori fissi

Powered by Blogger.