Home Cure alternative 10 rimedi naturali per combattere le allergie primaverili

10 rimedi naturali per combattere le allergie primaverili

by Laura C.

Le allergie primaverili possono trasformare una bella giornata all’aperto in un vero incubo per chi ne soffre.

Tuttavia, esistono diversi rimedi naturali che possono aiutare a combattere i fastidiosi sintomi. Scopriamo insieme 10 efficaci soluzioni naturali per affrontare le allergie primaverili.

I rimedi naturali per le allergie primaverili

Occhi gonfi, pruriginosi, arrossati e lacrimanti, naso chiuso, starnuti frequenti, respiro affannoso e tosse incessante sono solo alcuni dei sintomi fastidiosi con cui si deve fare i conti ogni giorno durante la stagione delle allergie primaverili.

Questi disagi possono essere così intensi da costringere le persone a restare chiuse in casa, evitando di uscire all’aperto per non peggiorare la situazione.

Fortunatamente, ci sono molteplici rimedi naturali per combattere le allergie primaverili, in grado di alleviare efficacemente i sintomi.

Avevamo già parlato dell‘olio di perilla, ma esistono molti altri rimedi naturali che possono aiutare.

Il ribes nigrum

Le allergie primaverili possono causare una serie di sintomi la natura, tuttavia, offre numerosi rimedi naturali per combattere le allergie primaverili, tra questi, spicca il ribes nero (Ribes Nigrum).

Il ribes nero è conosciuto per le sue potenti proprietà antinfiammatorie e antiallergiche. Utilizzato sotto forma di macerato glicerico, è efficace nel ridurre i sintomi delle allergie.

Come assumere il ribes nero?

  • Adulti: la dose consigliata è di 30-50 gocce di macerato glicerico di ribes nero 3 volte giorno. In ogni caso, per la posologia più corretta nel vostro caso, rivolgetevi all’erborista o fate riferimento alla confezione del prodotto.
  • Bambini: per i bambini, la dose è calcolata in base al peso corporeo, con una goccia per ogni chilo di peso, suddivisa in tre somministrazioni giornaliere. Anche in questo caso, fate riferimento all’erborista o al pediatra.

Il ribes nero non è solo utile per le allergie primaverili, ma anche per altri tipi di allergie perché aiuta a ridurre l’infiammazione, alleviando i sintomi come occhi gonfi e prurito e riduce la risposta allergica del corpo, diminuendo sintomi come starnuti e congestione nasale.

Il ribes nigrum è un’ottima scelta per vari motivi.

Alcuni studi dimostrano che il ribes nero è efficace nel ridurre i sintomi allergici, ha pochi effetti collaterali, adatto sia agli adulti che ai bambini e può essere utilizzato per diverse tipologie di allergie, non solo quelle primaverili.

Ribes nero rimedio naturale per le allergie primaverili

Ribes nigrum un aiuto per le allergie primaverili

L’issopo

Le allergie primaverili possono rendere difficoltosa la vita quotidiana a causa di sintomi fastidiosi come problemi respiratori, asma e tosse. Fortunatamente, esistono numerosi rimedi naturali per combattere le allergie primaverili, e l’issopo (Hyssopus Officinalis) è uno dei più efficaci.

L’issopo è una pianta con proprietà antiallergiche che aiuta a gestire i sintomi respiratori tipici delle allergie primaverili.

L’infuso di issopo può essere utilizzato per:

  • occhi: l’infuso di issopo è un ottimo tonico per gli occhi infiammati e pruriginosi. Può essere utilizzato per fare impacchi o instillato direttamente negli occhi per alleviare il fastidio;
  • uso interno: bevuto, l’infuso di issopo aiuta a ridurre i sintomi dell’asma, della tosse e del raffreddore.

L’olio essenziale di issopo può invece essere utilizzato per suffumigi.

L’olio essenziale di issopo può essere utilizzato per fare suffumigi, miscelando un paio di gocce con un cucchiaio di bicarbonato e acqua calda. Questo metodo è particolarmente efficace per liberare le vie respiratorie e alleviare la congestione nasale.

Per potenziare l’effetto, è possibile aggiungere 2 gocce di olio essenziale di eucalipto, che aiuta ulteriormente a liberare il naso e a combattere i disturbi respiratori.

Sebbene l’issopo sia un rimedio naturale efficace, è importante prendere alcune precauzioni.

L’olio essenziale di issopo non dovrebbe essere usato da soggetti epilettici e in gravidanza.

L’argilla

L’argilla si distingue per la sua versatilità e efficacia, utilizzabile sia per via interna che esterna.

L’argilla è nota per le sue proprietà purificanti e detossificanti, che la rendono un rimedio naturale eccellente per alleviare i sintomi delle allergie primaverili.

Per combattere le allergie dall’interno, è consigliabile seguire questo semplice rituale: mattino e sera bere mezzo bicchiere d’acqua in cui sia stato sciolto un cucchiaino di argilla ventilata. Questa pratica aiuta a purificare il corpo dalle tossine e ridurre l’infiammazione.

L’argilla può essere utilizzata anche esternamente per alleviare i sintomi delle allergie primaverili.

Preparare un impiastro mescolando argilla verde, olio d’oliva e acqua calda. Applicare l’impasto sulla fronte, sul naso e dietro il collo (zona cervicale) o, in alternativa, sul petto e dietro il collo.

Questo trattamento aiuta a ridurre la congestione e l’infiammazione, offrendo un immediato sollievo dai sintomi allergici.

Sebbene l’argilla sia generalmente sicura, è assicurarsi di bere molta acqua quando si utilizza l’argilla internamente per evitare la disidratazione.

E’ necessario inoltre utilizzare sempre argilla di alta qualità, preferibilmente ventilata, per uso interno.

 

L’olio essenziale di menta piperita

L’olio essenziale di menta piperita può fare la differenza grazie alle sue proprietà antinfiammatorie.

Secondo alcuni studi, l’utilizzo di questo olio, permette di ridurre i sintomi legati all’asma bronchiale e alla rinite allergica.

Per poter usufruire dei benefici è possibile diffonderli nell’ambiente tramite un deumidificatore oppure applicarli sulla pelle con un olio vettore. Avvertendo sintomi respiratori, basterà annusare dove è stato applicato.

In alternativa basterà aprire semplicemente il flaconcino dell’olio e annusarlo.

Rimedi naturali per combattere le allergie primaverili, la menta piperita

Usare la menta piperita in caso di allergia primaverile

L’eufrasia

Se gli occhi prudono e bruciano, l’eufrasia è il rimedio adatto.

Così come l‘issopo, un infuso o un decotto di eufrasia, una volta raffreddato, può essere utilizzato sia per fare degli impacchi da tenere una decina di minuti sia per lavaggi oculari, che aiutino a togliere l’arrossamento e il prurito.

Gli starnuti

Per liberare il naso si possono utilizzare 2 piante.

Per provocare degli starnuti che liberino il naso sarà sufficiente ridurre in polvere dei fiori secchi di lavanda o di foglie di basilico e respirarli.

I lavaggi nasali

E’ possibile eseguire lavaggi nasali da fare con un litro di acqua bollita cui sia stato aggiunto, al termine, un cucchiaino di sale e mezzo di bicarbonato.

Una volta raffreddato, con l’aiuto di una siringa (privata dell’ago, naturalmente) si dovrà spingere l’acqua in una narice alla volta, facendola passare da una all’altra. Così si libereranno i seni nasali.

E’ probabile che si debba ricorrere a questa pratica più volte al giorno nei periodi di acutizzazione dell’allergia.

L’agopuntura tra i rimedi naturali per combattere le allergie primaverili

L’agopuntura, ha moltissimi utilizzi e si è dimostrata utile per contrastare numerose patologie.

Non tutti sanno però che è molto efficace anche in caso di riniti allergiche. Rivolgendosi a un bravo agopuntore, è possibile trovare sollievo e migliorare notevolmente la qualità di vita nel periodo in cui i sintomi tornano a farsi sentire.

Lavare bene la faccia e i capelli

Può sembrare strano, in realtà, nelle sopracciglia e nei capelli si raccolgono pollini e altre sostanze che si trovano nell’aria.

Andando a dormire, se non ci si pulisce bene, questi finiscono per depositarsi sul cuscino e sulle lenzuola, causando prurito agli occhi e starnuti.

Per lo stesso motivo è consigliabile lavare più spesso la biancheria da letto.

Le vitamine

Alcune vitamine possono aiutare a ridurre l’infiammazione ne”organismo, per questo, sono utili anche in caso di allergia.

Si possono utilizzare Vitamina A, C, D, Omega 3 e la quercitina.

La vitamina D ha un ruolo importante nella regolazione delle cellule del sistema immunitario e si suppone che possa ridurre l’infiammazione e i sintomi dell’allergia.

La quercitina invece, dal canto suo, riduce l’infiammazione nelle cellule, riduce il rilascio dell’istamina e la formazione di anticorpo IgE.

Anche gli acidi grassi Omega 3 consentono di ridurre la produzione di sostanze infiammatorie che intervengono nel determinare i sintomi allergici.

Ti potrebbero interessare questi articoli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.