Magnetite, proprietà e utilizzi della pietra dalla doppia polarità

| 17 Novembre 2011

La magnetite è una pietra dalla buona reperibilità e prezzo contenuto che si presta a curare numerosi piccoli malanni del corpo e dello spirito.

Vediamone alcune caratteristiche:
Famiglia: spinelli
Sistema cristallino: cubico
Processo litogenetico: primario/terziario
Classe minerale: ossido
Colore: nero, nero/bruno, nero/grigio
Giacimenti: Russia, Sud Africa, USA, Norvegia, Italia, India
La magnetite, altrimenti della “pietra di ferro” è dotata di un forte magnetismo naturale; conosciuta dai greci come “magnetis” era spesso utilizzata contro i reumatismi.
Questa pietra è facilmente riconoscibile per una particolarità: riesce a deviare l’ago di una bussola, provare per credere! Se non ci credete, provate a utilizzarla come fosse una comune calamita, vi stupirà l’effetto che osserverete.

Incredibile a dirsi, dispone anche di una polarità positiva e una negativa.

La sua azione si ripercuote sul livello spirituale e psichico: scioglie i blocchi esistenti, allinea i chakra e i meridiani, permette un maggiore orientamento. Come se non bastasse, aumenta la forza di volontà, riappacifica e appiana i diverbi, contro lo stress e la tristezza, l’inquietudine, attenua la paura e l’angoscia.

A livello fisico invece combatte dolori articolari e ossei, reumatismi, artrosi, cervicale, lombaggine, stiramenti, crampi, mal di testa, mal di schiena, favorisce la formazione delle cellule, contro gotta e coliche, combatte l’asma ed è benefica per capelli e pelle, incrementa la crescita, stimola le funzioni del fegato, e l’attività della tiroide.

Può essere applicata indifferentemente su tutti i Chakra.
Come utilizzarla? Semplice.
La pietra di magnetite può essere portata al collo come ciondolo oppure indossata in altri modi per molto tempo perché non ha effetti “collaterali” , attenzione solo se utilizzata su fegato e bile poiché li stimola (in questo caso non superare le due settimane di utilizzo); utilizzata contro stati dolorosi deve essere applicata sulla zona da trattare (per esempio mediante compresse di garza trattenute da nastro per medicazioni).
E’ possibile fare dei bagni energizzati ponendola nell’acqua, per avere sollievo dall’artrosi e dolori muscolari o spruzzare e massaggiare le zone doloranti con acqua precedentemente “energizzata” con magnetite.

Per uso interno si possono utilizzare acqua ed elisir di magnetite.

Ricordate però che deve essere ricaricata alla luce lunare, onde evitare che si possa rovinare.

Loading...

2 thoughts on “Magnetite, proprietà e utilizzi della pietra dalla doppia polarità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.