Sabato in poesia: SCUOLA VUOTA – Lina Schwarz

| 9 Giugno 2012
Ieri in molte scuole si è concluso l’anno scolastico, gli studenti da oggi potranno finalmente godersi le tanto sospirate vacanze; per questo motivo, il “Sabato in poesia” di oggi ho pensato di dedicarlo a loro che, dopo 9 mesi di duro lavoro, possono mettere via i libri per qualche giorno e dedicarsi ad altro.
La dedico anche a chi nelle scuole lavora, gli insegnanti che hanno il duro compito di formare, accanto ai genitori, le menti (e non solo) di tanti bambini e tanti ragazzi, i bidelli e tutti coloro che, in questo mondo spesso bistrattato, lasciato senza fondi, senza supporto, per tutto l’anno scolastico si impegnano mettendoci impegno e devozione.

SCUOLA VUOTA

La scuola è vuota, i bimbi andati via,
i finestroni chiusi, i banchi all’aria.
In un canto una scopa solitaria
riposa dopo fatta pulizia.
Solo un sommesso pigolio d’uccello
rompe il silenzio dei deserti androni;
e nel cortile, liberi e padroni,
fanno vacanza i gatti del bidello.
Loading...

2 pensieri su “Sabato in poesia: SCUOLA VUOTA – Lina Schwarz

  1. Laura

    Grazie… poveri, tutti, tra studenti, insegnanti e personale passano 9 mesi di fuoco. Si meritano un po' di pace 😀

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.