Sabato in poesia: LE PAROLE – Eugenio Montale

| 27 Ottobre 2012

Dopo alcune settimane torna di nuovo “Sabato in poesia” e, per , ho scelto un  componimento di Eugenio Montale: “Le parole”, tratto da Satura, Satura II.

Nessun collegamento all’attualità, niente poesie dedicate alla pioggia incessante o all’arrivo dell’inverno quanto, piuttosto, una dedica a ciò che regala la vita a questo blog, parole scritte, pensate, rimuginate. Parole che oggi, forse , non rifiuterebbero solo la carta di Fabriano, ma anche il freddo e incorporeo spazio virtuale in cui sono intrappolate.

LE PAROLE

Le parole
se si ridestano
rifiutano la sede
più propizia, la carta
di Fabriano, l’inchiostro
di china, la cartella
di cuoio o di velluto
che le tenga in segreto;

le parole
quando si svegliano
si adagiano sul retro
delle fatture, sui margini
dei bollettini del lotto,
sulle partecipazioni
matrimoniali o di lutto;

le parole
non chiedono di meglio
che l’imbroglio dei tasti
nell’Olivetti portatile,
che il buio dei taschini
del panciotto, che il fondo
del cestino, ridottevi
in pallottole;

le parole
non sono affatto felici
di essere buttate fuori
come zambracche e accolte
con furore di plausi e
disonore;

le parole
preferiscono il sonno
nella bottiglia al ludibrio
di essere lette, vendute,
imbalsamate, ibernate;

le parole
sono di tutti e invano
si celano nei dizionari
perché c’è sempre il marrano
che dissotterra i tartufi
più puzzolenti e più rari;

le parole
dopo un’eterna attesa
rinunziano alla speranza
di essere pronunziate
una volta per tutte
e poi morire
con chi le ha possedute.

Loading...

5 thoughts on “Sabato in poesia: LE PAROLE – Eugenio Montale

  1. Lavia

    Bella poesia .. non la conoscevo.. ed un sorriso mi è venuto leggendo .. "le parole
    non sono affatto felici
    di essere buttate fuori
    come zambracche e accolte
    con furore di plausi e
    disonore;" Forte ! 🙂

    Reply
  2. Anonimo

    oh, che bello, questa rubrica settimanale mi piace molto. la poesia mi a fatto riflettere molto…
    monca c.

    Reply
  3. Laura

    @Lavia, ahahah, povere parole, obbligare a far quello che vogliamo noi 🙂
    @Monica, mi fa piacere 🙂
    @Letizia, grazie, buona nuova settimana 🙂
    @Duran63, qui ormai siamo nella maturità… lontani forse dalle più note 🙂

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.