4 cose che dovresti sapere sull’uovo che hai nel frigorifero

| 23 ottobre 2017

Ogni uovo di gallina può essere utilizzato per moltissime preparazioni culinarie e, semplicemente guardando il guscio e la confezione in cui è contenuto, si può scoprire molto su di lui; scopriamo insieme alcune informazioni sulle uova che acquistiamo.

1 Come sono state allevate le galline che hanno prodotto l’uovo?

Per sapere se le galline che hanno prodotto le uova sono state allevate all’aperto, a terra o in altro modo, è necessario osservare il primo numero stampato sul guscio:

0: (biologico) le galline sono state allevate all’aperto con sistema intensivo in cui ogni gallina dispone di 10 metri quadri di terreno con vegetazione

1: allevamento all’aperto con una gallina per 2.5 metri quadri di terreno con vegetazione. Qui le galline possono razzolare liberamente per alcune ore al giorno  le uova vengono deposte sul terreno o nei nidi

2: allevamento a terra con 7 galline per 1 metro quadro in capannoni, su terreno con paglia o sabbia

3: allevate in voliera in cui lo spazio disponibile per 25 galline è pari a 1 metro; le uova sono deposte e trasportate in maniera automatizzata

2 Il codice alfanumerico sul guscio

Il codice alfanumerico di 11 cifre impresso sul guscio permette di conoscere numerose informazioni sull’uovo, vediamo come leggerlo.

Riferendoci all’immagine riportata più in basso:

2 indica il tipo di allevamento, in questo caso è allevamento a terra

IT è lo Stato di produzione: Italia

057 è il codice ISTAT del Comune di produzione

TV è la provincia di produzione

010 indica il nome e il luogo dell’allevamento in cui l’uovo è stato deposto

DEP è la data di deposizione (se non è presente la data di deposizione è presente la data di scadenza)

Attraverso questo codice l’uovo è tracciabile in qualsiasi momento.

Uovo conoscerne le caratteristiche

3 Qualità, conservazione e peso delle uova

Per capire da quanto tempo sono state deposte le uova e capire se sono quindi freschissime, fresche o di qualità inferiore, si dovrà controllare la lettera riportata sulla confezione.

A Extra: sono le uova freschissime, deposte al massimo 7 giorni prima dell’imballaggio; la camera d’aria dell’uovo che, man mano che invecchia aumenta di volume, non deve superare i 4 millimetri

A: uova fresche con camera d’aria non superiore ai 6 millimetri

B: uova conservate di seconda qualità destinate all’uso industriale alimentare

C: uova per utilizzo industriale

Il peso delle uova è dovuto dal guscio, albume e tuorlo; in media il guscio pesa 6 grammi circa, l’albume 29 grammi e il tuorlo 15.  Come risaputo però in commercio esistono uova di peso differente e, anche in questo caso, è generalmente indicato sulla confezione.

XL: il peso del contenuto dell’uovo è oltre i 73 grammi

L: peso compreso tra i 63 e i 73 grammi

M: peso compreso tra i 53 e i 63 grammi

S: peso al di sotto dei 53 grammi

4 Come riconoscere la freschezza di un uovo?

Di come riconoscere la freschezza di un uovo attraverso l’immersione in acqua, l’osservazione dell’albume e del tuorlo o mediante scuotimento ne abbiamo già parlato in questo articolo “Come riconoscere la freschezza di un uovo”.

 

Come riconoscere la freschezza di un uovo

Un ulteriore metodo che può essere adottato per comprendere la freschezza di un uovo è quello di osservarlo in una stanza buia avvicinandolo a una sorgente luminosa molto forte; in questo modo, la luce dovrebbe riuscire a filtrare attraverso il guscio e mostrare la camera d’aria. In base alla sua dimensione è possibile valutare la freschezza dell’uovo.

Per conservare al meglio un uovo, ricordate di metterlo in frigorifero con il polo rotondo verso l’alto e mai in orizzontale.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *