La coppia perfetta (B.A. Paris)

| 25 giugno 2018

La coppia perfetta, romanzo d’esordio di B.A. Paris, pubblicato per la prima volta nel 2016 che ha venduto nei primi mesi oltre 600.000 copie, fu un vero e proprio caso editoriale, un successo di critica e vendita.

“Chiunque avesse l’occasione di conoscere Jack e Grace Angel penserebbe che sono la coppia perfetta. Lui un avvocato di successo, affascinante, spiritoso. Lei una donna elegante e una padrona di casa impeccabile. Chiunque allora vorrebbe conoscere meglio Grace, diventare sua amica, scoprendo però che è quasi impossibile anche solo prendere un caffè con lei: non ha un cellulare né un indirizzo email, e comunque non esce mai senza Jack al proprio fianco. Chiunque penserebbe che in fondo è il classico comportamento degli sposi novelli, che non vogliono passare nemmeno un minuto separati. Eppure, alla fine, qualcuno potrebbe sospettare che ci sia qualcosa di strano nel rapporto fra Grace e Jack. E chiedersi per esempio perché, subito dopo il matrimonio, Grace ha lasciato un ottimo lavoro sebbene ancora non abbia figli, perché non risponde mai nemmeno al telefono di casa, perché ci sono delle sbarre alle finestre della camera da letto. E a quel qualcuno potrebbe venire il dubbio che, forse, la coppia perfetta in realtà è la bugia perfetta…”

La coppia perfetta, il romanzo perfetto per un po’ di relax?

Se nella vostra mente un buon libro è il compagno perfetto per rilassarsi, trascorrere del tempo svuotando la mente da pensieri e problemi, dimenticare le brutture del mondo, passate direttamente oltre, “La coppia perfetta” di B.A. Paris non fa al caso vostro.

Il thriller, opera d’esordio della scrittrice britannica, tiene il lettore in costante tensione, in un misto di rabbia e impotenza si affrontano le pagine, leggendo sempre più velocemente per capire quale sarà il finale.

La trama è ben scritta, il linguaggio semplice, la protagonista parla in prima persona e narra, tra passato e presente, la vita di una coppia, una coppia all’apparenza perfetta, che tutti ammirano e forse anche invidiano.

Jack e Grace sono veramente una coppia perfetta? Quell’adorazione che mostrano sempre in pubblico l’uno nei confronti dell’altra è reale? Grace è davvero la moglie ideale?

Ma ai giorni nostri, è normale che una donna di 35 anni con un ottimo lavoro decida di lasciare tutto per fare solo la mogliettina che si occupa di giardinaggio e cucina? La verità che i due novelli sposi raccontano a tutti è proprio questa, quella di un grande amore vissuto praticamente in simbiosi, in cui Grace non esce mai senza il suo Jack, non le serve neppure un suo indirizzo email perché stanno sempre insieme e in ogni caso a lui dice tutto perciò, perché averne due quando basta quello di lui?

E non le serve neppure il cellulare, tanto è sempre a casa, peccato però che non risponda neppure al telefono fisso, a meno che il suo amato non sia lì con lei.

La casa. La loro è un casa perfetta, con un bel giardino, una stanza in cui ricevere gli ospiti e in cui troneggia un dipinto di Grace, un regalo che ha voluto fare a Jack e che ha realizzato con amore immenso, un insieme di baci fissati con smalto trasparente.

La casa è stato invece il regalo di nozze di Jack per Grace, isolata, grande, disposta come lei desiderava, però ha le grate alle finestre della camera. In quella grande casa ci sono 2 camere che hanno un ruolo di primo piano, una è la camera gialla destinata a Millie, la sorellina di Grace che presto si trasferirà da loro. Jack ci ha tenuto a far in modo che potesse vivere lì, tanto più che ha la sindrome di Down e i genitori non vedevano l’ora di trovare qualcuno cui “sbolognarla”.

Però c’è anche la camera rossa

Possibile che in un rapporto d’amore così forte, con una moglie estremamente devota, un marito sempre generoso e disponibile (un avvocato che difende le donne maltrattate e non ha mai perso una causa), ci sia qualche crepa?

La coppia perfetta, una pagina tira l’altra

La coppia perfetta è un libro da leggere tutto d’un fiato, finita una pagina si sente il bisogno di leggerne un’altra, andare avanti, sapere cosa accadrà. Ma non lo si fa per il piacere della lettura, per leggere d’amore e buoni sentimenti, lo si fa per uscire da una situazione di strazio, di angoscia, di tensione e puro terrore.

La lettura diventa un bisogno disperato di sapere, conoscere, di giungere a quel finale che si attende con ansia, che si spera arrivi e rimetta le cose a posto.

Le prime 20 pagine trascorrono abbastanza noiose, la coppia perfetta appare già immediatamente sospetta ma non sono chiari i motivi, non è immediato capire cosa si nasconda dietro a certe dinamiche e comportamenti; solo in un secondo tempo, nei ricordi di Grace, la verità, orribile e terrificante, si farà strada.

Non c’è nessuna sottile psicologia, nessun bisogno di riflettere, c’è solo l’impellente bisogno di scrollarsi di dosso una sensazione claustrofobica, quasi nauseante.

Il romanzo colpisce allo stomaco, devasta i sentimenti, punta molto sull’emotività, spingendo a immedesimarsi nei personaggi; è come la tela di un ragno, si resta invischiati, atterriti, incapaci di muoversi, bloccati con un senso di oppressione.

Il titolo originale, Behind Closed Doors, sembra rendere maggiormente l’idea di quello che si troverà nel libro; cosa succede nell’intimità di una casa, quando le porte si chiudono?

In molti casi non è dato sapere, a volte i segni compaiono sui volti, sulle braccia, sulle gambe delle vittime, a volte invece il maltrattamento è di tipo diverso, è un gioco psicologico, è ricatto, è far leva sull’amore di una sorella per ottenere ciò che si desidera.

Se siete pronti ad affrontare un libro che vi stremerà, anche se parzialmente scontato, “La coppia perfetta” è quello che fa per voi; si legge in poco tempo, una giornata libera e la voglia di vedere come andrà a finire, di levarsi di dosso la negatività di una persona diabolica come Jack vi permetteranno di finirlo in men che non si dica.

La coppia perfetta è disponibile sia nelle librerie tradizionali che su Amazon dove è possibile anche leggerne un estratto.

Loading...

4 thoughts on “La coppia perfetta (B.A. Paris)

  1. Mara

    Non ho mai creduto nelle coppie perfetto credo invece, nella capacità di adattamento e nella tolleranza …sicuramente un libro interessante

    Reply
  2. Greta

    io amo questo genere di letture, adoro i thriller. Lo inserirò nella mia wishlist dei libri assolutamente da leggere nei prossimi mesi

    Reply
  3. Daniela M

    Mi piace leggere ma non conoscevo questo autore. Il titolo mi intriga molto e mi piacerebbe leggerlo.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *