Home Tempo libero Alla scoperta del Lago delle Piazze

Alla scoperta del Lago delle Piazze

by Laura C.

Posizionato sul versante superiore del suggestivo Lago di Serraia, nell’incantevole Altopiano di Piné, il Lago delle Piazze si rivela come un autentico tesoro celato, capace di rapire i cuori di coloro che hanno il privilegio di scoprirlo.

Questo gioiello alpino regala un’esperienza mozzafiato agli amanti della natura, agli avventurieri e a chiunque cerchi una fuga rigenerante dalla frenesia della vita moderna.

Il Trentino Alto Adige è punteggiato da una miriade di deliziosi laghi, alcuni di origine naturale, altri invece creati dall’intervento umano. Questo è il caso del Lago delle Piazze.

Prima della costruzione della diga, questo specchio d’acqua era di dimensioni più contenute e la zona circostante era prevalentemente paludosa.

Gli immissari sono alcuni ruscelli che giungono dai due monti che lo circondano, il Dosso di Costalta (1955 metri) e il monte Ceramonte (1915 metri) mentre, attraverso il torrente Silla, le acque del lago proseguono fino al Lago della Serraia, la sua perla gemella, nel comune di Baselga di Pinè.

Le acque del lago scorrono poi fino ad alimentare la centrale idroelettrica del comune di Pozzalgo, in Val di Cembra.

Posto a un’altitudine superiore ai 1.010 metri sul livello del mare, il Lago delle Piazze si erge come un’oasi di pace e tranquillità, offrendo un rifugio sereno dalla frenesia quotidiana.

Cosa fare al Lago delle Piazze

Esploriamo insieme il Lago delle Piazze, un luogo incantevole dove avventura e bellezza naturale si fondono. Scopriamo le attività e i panorami.

Relax e tuffi in spiaggia

Nel 2023, il Lago delle Piazze è stato di nuovo Bandiera Blu perciò, perché non approfittarne?

Il Lago delle Piazze ha 2 spiagge attrezzate, presenti alle estremità che permettono ai turisti, e a chi decide di passare su queste rive un po’ di relax, di fare bagni e divertirsi con sport acquatici.

Lago delle Piazze

Il Lago delle Piazze, un luogo dive rilassarsi

Docce, acqua potabile, servizi igienici, due ristoranti e assistenza ai bagnanti vi permetteranno di passare il tempo con tutti i comfort.

Anche la parte più interna offre svaghi, ampi pianori, panchine per pic nic, giochi per bambini.

Se viaggiate con il vostro peloso a 4 zampe, vi potrebbe interessare sapere che è presente anche una Bau Beach.

Pescare al Lago

Se si è appassionati di pesca, sappiate che una volta ottenuti i permessi, scoprirete che qui trote, persici e carpe la fanno da padrona.

La pesca è consentita durante tutto l’anno, ad eccezione del periodi in cui il lago ghiaccia. Una volta acquistato il biglietto e letto il regolamento su quante canne poter usare, che esche e quanto pesce trattenere, potrete iniziare subito a pescare.

 Camminare attorno al Lago

Attorno al lago è presente un sentiero ad anello che permette di effettuare il giro completo in poco meno di un’ora.

Pianeggiante, lungo circa 3 km, è ideale per fare passeggiate a piedi o in bicicletta, godendosi il panorama mozzafiato.

Naturalmente, se si decide di fermarsi ad ammirare il panorama, fare delle fotografie o riposare, i tempi si allungano.

Essendo un sentiero ad anello è possibile iniziare a percorrerlo in qualsiasi punto così come, a propria discrezione, si può andare in senso orario oppure antiorario.

Sul lato opposto alla diga è presente un ampio parcheggio (qui la spiaggia è accessibile anche ai portatori di handicap) e, partendo da questa zona, procedendo a sinistra in direzione Camping Pineta, ci si immette subito nella pineta. Verso la parte terminale, si incontrerà la Bau Beach.

Attraversata la diga ci si trova sul percorso che costeggia la Strada Provinciale 83 e che riconduce alla spiaggia iniziale.

Il percorso non presenta alcuna difficoltà, ha poco dislivello e può essere affrontato anche con i passeggini.

E’ sconsigliato invece a chi ha disabilità motorie per via delle pendenze (anche se leggere) e dei tratti non asfaltati.

Il giro del Lago delle Piazze è possibile effettuarlo in ogni stagione anche se, in estate, il consiglio è quello di dotarsi si un copricapo e dell’acqua per reidratarsi perché a parte il tratto nella pineta (abbastanza fresco), la maggior parte del tracciato si trova sotto il sole.

Volendo, è possibile ampliare la passeggiata e, con un giro di 2 ore arrivare fino al Lago della Serraia nel vicino comune di Baselga di Pinè dove è presente un’ampia pedonale ma poche spiagge in cui fare il bagno.

Lago delle Piazze

Fare il bagno al Lago delle Piazze è possibile grazie alle spiaggette

Se amate i laghetti montani o avete voglia di riposarvi, il Lago delle Piazze fa per voi, è un’oasi di pace in cui godere di attimi di relax a circa 1000 metri d’altezza, con delle temperature ideali per tutti.

Sport e hobby

Siete amanti del birdwatching? La zona del lago è un vero paradiso per gli appassionati di birdwatching, che qui possono avvistare una varietà di specie di uccelli acquatici e migratori.

E’ possibile godersi un’esplorazione del lago in canoa o altri sport acquatici per un’avventura che lascerà ricordi indelebili. Qui ci si può concedere momenti di divertimento e relax, godendo delle acque serene e dell’atmosfera incantevole, in compagnia della famiglia o degli amici.

Gli amanti di sport acquatici troveranno il loro paradiso, per avventure ricche di emozioni.

Come raggiungere il Lago delle Piazze

Arrivando da Trento si deve prendere la Strada Statale 12 in direzione Bolzano/Brennero/Padova quindi, procedere sulla Strada Statale 47, passando i comuni di Cognola, Tavernaro e Civezzano dove, nei pressi di una rotonda si prende la Strada Provinciale 92 in direzione Civezzano/Baselga di Pinè/Fornace/Cavalese; si passa poi per Madrano, Baselga di Pinè con il Lago Serraia sulla destra e si giunge alla meta nel comune di Bedollo.

Per chi arriva da Bolzano o dal Brennero si deve necessariamente percorrere l’Autostrada A22 fino all’uscita di Trento Nord. Da qui ci si dovrà portare sulla Strada Statale 12 e procedere come nel caso precedente.

Chi proviene dalla Val di Fassa percorrendo la Strada Statale 48 dopo Moena e Predazzo deve passare sulla Strada Statale 232 in Val di Fiemme, superare Ziano di Fiemme, Masi di Cavalese e proseguire mantenendo la stessa strada.

A Stramentizzo Nuovo (sulla destra dopo aver attraversato il ponte si trova l’omonimo lago) prendere a sinistra immettendosi sulla Strada Provinciale 71, passare Casatta e, nei pressi di Sover. Procedere poi a sinistra lungo la Strada Provinciale 83, sempre dritto tra tornanti, salite e boschi fino a Bedollo, passando per i comuni di Montesover, Sveseri, Settefontane, Brusago e Stramaiolo.

Per chi non disponesse di un proprio mezzo, è disponibile un servizio di autobus che conduce al lago, si tratta del Bus linea B402; informazioni utili si possono trovare http://www.ttesercizio.it/.

Ti potrebbero interessare questi articoli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.